Visita del Comandante Generale della Guardia Costiera all’Area Marina Protetta di Punta Campanella.

0
388
Giovanni Pettorino, Comandante generale delle Capitanerie di Porto, ha visitato questa mattina l’Area Marina Protetta di Punta Campanella. Ad accompagnarlo, Arturo Faraone, direttore marittimo della Campania  e Guglielmo Cassone , Comandante della Guardia Costiera di Castellammare di Stabia. Il Presidente e il direttore del Parco Marino, Michele Giustiniani e Antonino Miccio hanno fatto gli onori di casa, insieme al sindaco di Massa Lubrense, Lorenzo Balduccelli.
Il comandante Pettorino ha potuto apprezzare i magnifici scorci di Punta Campanella a bordo del Gozzo dell’Area Marina Protetta. Tappa nella Baia di Ieranto, liberata dalle imbarcazioni grazie al lavoro del Parco, dei volontari e della Capitaneria.  Poi, incursione rapida ai Galli, zona B del Parco e infine visita al campo ormeggio de Le Mortelle, vicino Marina del Cantone, dove 35 imbarcazioni possono ormeggiare senza causare danni alla prateria di posidonia. Il comandante ha apprezzato le bellezze dell’Area marina e il lavoro portato avanti dall’ente gestore. Al termine dell’incontro ha consegnato ai vertici del parco il crest, la targa con lo stemma della Marina che viene di solito donata negli incontri ufficiali.
“Siamo onorati di aver ricevuto la visita del Comandante Generale Pettorino.- commenta Michele Giustiniani, Presidente dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella- Un segnale di attenzione che ci riempie d’orgoglio.”
“La collaborazione con la Capitaneria di Porto è per noi fondamentale.- osserva Antonino Miccio, direttore del Parco Marino- In questi anni abbiamo creato un’ottima sinergia e la visita del comandante Pettorino non può far altro che intensificare una collaborazione già molto stretta.”

 

LASCIA UN COMMENTO