Bentornata Piedigrotta, la IV edizione sabato 22 e domenica 23 al Teatro Augusteo.

0
65

Al Teatro Augusteo di Napoli, sabato 22 settembre alle ore 21:00 e domenica 23 settembre alle ore 18:00, sarà in scena lo spettacolo musicale “Bentornata Piedigrotta” IV Edizione.

“Bentornata Piedigrotta” nasce da un’idea di Leonardo Ippolito e giunge alla sua IV Edizione con un programma totalmente rinnovato, che rievoca i fasti della manifestazione canora che si organizzava in occasione dei festeggiamenti della festa popolare di “Piedigrotta”: appuntamento musicale molto atteso, in cui venivano presentate le nuove canzoni che sarebbero diventate il leitmotiv delle giornate, degli amori e delle passioni del popolo napoletano. Brani straordinari come “I’ te voglio bene assaje”; “’O sole mio” e tante altre ancora.

“Bentornata Piedigrotta” è uno spettacolo di comicità, emozioni, nostalgia e cura per un repertorio che, oltre a contemplare le canzoni che hanno reso Napoli e la sua musica famosa nel mondo, propone brani di ottima fattura musicale e poetica, ricordati dagli appassionati e dai cultori del genere, e che il grande pubblico avrà il piacere e la sorpresa di riscoprire nelle due ore di rappresentazione, in cui sarà reso omaggio a una delle grandi protagoniste della Canzone Napoletana: Maria Paris. 

I protagonisti dello spettacolo sono gli attori Lello Pirone e Natalia Cretella.

Interventi di Ciro Capano e Salvatore Meola.

Le voci in scena sono di Enzo Esposito, Francesco Viglietti e Simona Capozzi. 

E ancora, in ordine di apparizione, Carla Buonerba, Umberto del Prete, Francesca Di Tolla, Gianpietro Ianneo, Salvatore Imparato, Carlo Liccardo, Nadia Pepe, Lucrezia Raimondi Sciotti, Marilù Russo, Luca Sorrento e Daniela Sponzilli. 

Gli arrangiamenti e la direzione musicale sono del Maestro Ginetto Ferrara.

I testi e le ricerche musicali sono di Enzo Esposito. Le ricerche storiografiche sono di Antonio Sciotti. Coreografie a cura di Daniela Sponzilli. Costumi realizzati da Antonietta Rodo.

Luci e fonica di Michele ed Enrico Napolitano.

 

LASCIA UN COMMENTO