Università delle pmi, la proposta di Confapi Giovani.

0
117

Una ‘Università delle pmi’ per incrementare l’economia della conoscenza e un accordo quadro, su base nazionale, per offrire ai giovani programmatori della ‘Apple Academy’ di Napoli l’occasione di entrare nel mondo del lavoro. Sono queste le direttrici della tavola rotonda che si è tenuta nei giorni scorsi presso la struttura di San Giovanni a Teduccio della ‘Federico II’, tra i rappresentanti nazionali dei Giovani Confapi ed esponenti del mondo delle istituzioni e accademici.

L’incontro, promosso dal gruppo nazionale Giovani Confapi con l’organizzazione della territoriale di Napoli ha visto la partecipazione di Antonio Marchiello (assessore alla Ricerca e alle Attività produttive della Regione Campania); Gaetano Manfredi (rettore università ‘Federico II’); Jonathan Morello Ritter (presidente nazionale Giovani Confapi); Raffaele Marrone (presidente Giovani Confapi Napoli); Valeria Barletta (presidente Giovani Confapi Campania); Angelo Bruscino (componente giunta Confapi nazionale); e Felice Russillo (delegato Formazione e innovazione Confapi Campania).

“Non si smette mai d’imparare -ha dichiarato Raffaele Marrone, vicepresidente area Sud gruppo Giovani Confapi e vicepresidente del progetto dell’ ‘Università delle pmi’- e questo vale non solo nella vita di tutti i giorni, ma soprattutto nella vita d’azienda. Senza innovazione e apprendimento continui, le pmi non possono essere competitive sul mercato globale. La sfida è di creare una ‘università delle pmi’, un luogo d’eccellenza scientifica e culturale – ha concluso – che possa aiutare gli imprenditori, e perché no gli stessi lavoratori, a orientarsi nel mondo dell’economia del sapere”.

L’idea, che si dovrebbe concretizzare in un protocollo d’intesa da firmare a breve, prevede la creazione di un network di luoghi di eccellenza accademica, su tutto il territorio nazionale, dove poter svolgere attività didattica e di formazione.

Altro progetto è quello che vede impegnato il gruppo Giovani Confapi nazionale nel predisporre iniziative in grado di poter offrire occasioni di lavoro ai giovani programmatori ‘laureati’ alla ‘Apple Academy’ di San Giovanni a Teduccio. Il gruppo Giovani Imprenditori Confapi ha ricevuto l’accreditamento per la selezione di talenti formati dalla Apple Academy e per finanziare lo sviluppo di nuove applicazioni di interesse per le pmi.

Di riflesso la proposta di collaborare per la realizzazione di una accademia per le pmi nazionale è stata accolta con entusiasmo da parte del direttore dell’Apple Academy Giuseppe Ventre e anche dal Magnifico Rettore dell’Università Federico II, Gaetano Manfredi. E’ stato infatti reso possibile l’utilizzo degli spazi dove formare imprenditori e lavoratori ma il particolare si è manifestata la volontà di contribuire nella realizzazione di percorsi formativi innovativi per il trasferimento di competenze nelle pmi.

“L’Accademia nazionale delle pmi -spiega Jonathan Morello Ritter, presidente Giovani Confapi- è un progetto che ha raccolto grande interesse e impegni concreti dal mondo accademico ed economico. Nei mesi scorsi abbiamo avuto modo di confrontarci anche con il rettore professor Guido Saracco del Politecnico di Torino che ha aperto le porte al mondo delle pmi e dell’accademia. Oggi grazie a quanto emerso dal tavolo di lavoro a Napoli, abbiamo avuto conferma che non c’è solo interesse ma che l’apertura dell’Accademia per le pmi è una vera e propria necessità”. (AdnKronos)

LASCIA UN COMMENTO