Ischia, task force con De Magistris per ripristinare strade e scuole.

0
84

Riunione della task force sull’emergenza terremoto nella sede della Protezione Civile di Casamicciola con il Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris, il Commissario delegato all’emergenza sisma, Giuseppe Grimaldi, i Sindaci dei Comuni colpiti e i dirigenti scolastici delle scuole interessate dai crolli: ad oggi tutte le strade provinciali sono percorribili e tutti i ragazzi delle superiori hanno potuto iniziare l’anno scolastico, seppure con qualche disagio. I tecnici della Città Metropolitana continuano senza sosta il proprio lavoro.

Anche per gli studenti delle scuole superiori di Casamicciola e di Lacco Ameno, i due Comuni dell’isola d’Ischia duramente colpiti dal terremoto dello scorso 21 agosto – che ha causato due vittime e tanti altri danni a persone e a cose – questa mattina è suonata la campanella del primo giorno di scuola. Certo non negli edifici ancora considerati a rischio, magari con un’articolazione in doppi turni utilizzando altre strutture presenti sull’isola, ma, grazie al tempestivo intervento della Città Metropolitana, di concerto con i dirigenti scolastici degli Istituti e con i Sindaci dei Comuni interessati, si è riusciti a far sì oggi potessero iniziare le lezioni tutti gli studenti delle superiori. Così come, grazie all’incessante lavoro dei tecnici della Città Metropolitana, tutte le strade di competenza dell’Ente di piazza Matteotti – fatta eccezione per la zona rossa, nella quale vige il divieto totale di accesso – sono state messe in sicurezza e sono aperte al traffico veicolare. La Città Metropolitana continuerà, inoltre, a lavorare senza sosta con interventi mirati alla risistemazione delle scuole attualmente inagibili e di tutto quanto di competenza per far tornare l’isola alla normalità.

È quanto emerso dalla riunione della task force tenutasi in data 14 settembre 2017  , nella sala operativa della Protezione Civile di Casamicciola, cui hanno preso parte il Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris, il Commissario delegato all’emergenza sisma, Giuseppe Grimaldi, i Consiglieri Metropolitani Delegati all’Edilizia Scolastica, Domenico Marrazzo, e alle Strade, Raffaele Cacciapuoti, i Sindaci dei Comuni di Casamicciola, Giovan Battista Castagna, di Lacco Ameno, Giacomo Pascale, e di Forio, Francesco Del Deo, i dirigenti scolastici dell’IIS “Mennella” e dell’IT “Mattei” di Casamicciola, rappresentanti della Protezione Civile e tecnici delle amministrazioni interessate.

In particolare, grazie alla ‘Certificazione di eliminato pericolo’ ottenuta questa mattina dalla struttura che ospita il Liceo “Einstein” di Lacco Ameno, la situazione per gli istituti superiori risulta essere la seguente: gli allievi del “Mattei” – per ora inagibile, per il quale sono stati effettuati interventi di spicconatura per la rilevazione danni ed è stato programmato il ripristino della tramezzatura e dei tompagni esterni – saranno ospitati tutti, su doppi turni, nei locali dell’Einstein di Lacco, i cui allievi invece convergeranno nella sede centrale di Ischia, sempre su doppi turni; gli studenti delle due sedi danneggiate del “Mennella”, invece saranno in parte ospitati in 11 aule disponibili dell’Ipsar “Telese” di Ischia ed in parte nelle altre due sedi dell’Istituto che invece presentano l’agibilità, in attesa della messa in sicurezza della facciata esterna del Nautico – prevista per la prossima settimana – che alleggerirà la situazione.

I tecnici della Città Metropolitana hanno stimato in tre mesi la durata dei lavori per consentire di riportare la situazione alla normalità.

Sul fronte delle strade di competenza della Città Metropolitana, le maestranze hanno effettuato finora circa 35 interventi di messa in sicurezza, che hanno consentito alla SP 149 – Rosario Fango, alla SP 506 Casamicciola – Piazza Bagni, alla SP 123 Circumvallazione di Casamicciola, alla SP 431 Borbonica, alla ex SS 270 Litoranea di Lacco Ameno e alla SP 505 di essere transitabili. Tali arterie sono state messe al riparo dal pericolo di crollo dei parapetti murari, degli intonaci e delle tettoie dei fabbricati e di ribaltamento dei muri di contenimento, oltre che di archi e materiali vari.

“L’impegno della Città Metropolitana – ha affermato il Sindaco de Magistris – è stato forte ed immediato: le nostre priorità è stata quella di ripristinare nel più breve tempo possibile gli assi viari e le scuole. I ragazzi e la comunità dell’isola d’Ischia meritano il massimo sforzo da parte nostra e di tutte le Istituzioni. Confidiamo, infatti, anche nel contributo di 6 milioni di euro annunciato dal Ministero dell’Istruzione proprio per il recupero delle strutture scolastiche”.

“Sono venuto oggi – ha concluso de Magistris – a qualche giorno di distanza dal sisma, proprio perché bisogna essere presenti sempre, anche quando le telecamere arretrano e i riflettori si spengono. La Città Metropolitana di Napoli non lascerà sola la comunità di Ischia nemmeno un giorno: io stesso sarò presente qui, in veste istituzionale, il primo ottobre per una manifestazione culturale, per testimoniare che l’isola è viva e che si riprenderà subito in quella che è la sua forza, ovvero la cultura ed il turismo”.

LASCIA UN COMMENTO