La mostra antologica dell’artista Barbara Karwowska a Castel dell’Ovo

0
426

È durata dal giorno 11 fino al 23 gennaio 2018 la mostra antologica dell’artista Barbara Karwowska, allestita presso le affascinanti sale del terrazzo di Castel dell’Ovo e a cura di Fedela Procaccini. L’artista era lì, con il suo amorevole e immancabile cane Totò, pronta ad accogliere i numerosi visitatori che ogni giorno hanno passeggiato tra le sale e, tra tante foto e richieste di informazioni, hanno dimostrato di aver apprezzato la mostra. Un luogo incantevole ha dunque fatto da cornice alle opere dell’artista che ha festeggiato nel 2017 i venticinque anni di vita nella città di Napoli, dove è arrivata nel 1992 dalla Polonia.
I dipinti di Barbara iniziano dal 1991, esattamente dal ritratto della dolce nonna dell’artista, quella che lavorava all’uncinetto e ha ispirato una delle sue linee pittoriche, i Centrini. Sono tante le opere firmate Karwowska che presentano questi centrini alle spalle delle figure o tra le varie ‘finestre’ dei dipinti, lì dove i volti, rappresentati perfettamente dall’artista nei loro particolari e nelle loro luci e ombre, guardano chi li osserva e sembrano toccare l’anima coi loro occhi.
Il percorso mostra opere come ‘7 giorni’, dove l’artista si ritrae per sette volti che portano gli stessi abiti ma al tempo stesso sono completamente diversi, in un cammino che raggiunge la domenica e la donna lascia che il corpo si lasci andare aprendo un po’ del vestito, nel sapore di una libertà finalmente raggiunta. Affascinanti e misteriose poi le opere del 2009 dedicate al Lanificio 25, dove Barbara con grande abilità pittorica e immensa passione propone personaggi e luoghi che sembrano in un’eterna attesa. Il percorso arriva poi all’ultima idea, nata e promossa nel 2017: i Tombolati, i sette volti di persone vicine all’artista ritratti mentre mostrano a parziale copertura del viso un numeretto della tombola, riproposto più grande alle spalle del volto come se fosse un’aureola. A Castel dell’Ovo era presente il primo dei Tombolati, quello che ha dato l’idea a Barbara Karwowska: il ritratto della giornalista napoletana Emilia Sensale, che è la voce narrante del video ed è felice e orgogliosa di far parte del meraviglioso percorso ricco di risultati e soddisfazioni che l’amica Barbara è riuscita a costruire.

LASCIA UN COMMENTO