Convitto Vittorio Emanuele, firmato affido dei lavori per recupero e messa in sicurezza.

0
58

Via alla ristrutturazione e al risanamento conservativo del Convitto “Vittorio Emanuele II” di Napoli. È stato, infatti, lo scorso giovedì settembre 2017,  nella sede di piazza Matteotti, il contratto con cui la Città Metropolitana di Napoli affida i lavori di recupero e messa in sicurezza della struttura per un ammontare di 435mila euro.

Il complesso, che dal 1861 ospita il Convitto – istituzione educativa nata per offrire agli iscritti, oltre alla tradizionale attività scolastica dalla scuola materna alla superiore, anche la residenzialità, e che oggi conta circa 850 studenti di cui 385 delle scuole superiori – è di proprietà demaniale, mentre la manutenzione ordinaria e straordinaria è affidata dalla legge alla Città Metropolitana.

In seguito alla valutazione dello stato di conservazione dell’edificio, di grande pregio storico-artistico (basti pensare ai soffitti a volta decorati a stucco, ai pilastri con capitelli ionici, al chiostro del 1300 e soprattutto all’ingresso monumentale su piazza Dante, l’emiciclo voluto da Carlo di Borbone e progettato e realizzato da Luigi Vanvitelli nel 1765) i tecnici dell’Ente di piazza Matteotti hanno messo a punto un programma di interventi che prevede, in particolare, il recupero degli intonaci delle facciate esterne, specie di quelle prospicienti il cortile ottocentesco e il giardino interno, ed il ripristino dell’impermeabilizzazione in copertura, attualmente interessata da infiltrazioni che provocano rigonfiamenti e disgregazioni dei solai, che in alcuni punti arrivano a 7 metri e mezzo di altezza.

I lavori consentiranno dunque di riportare la struttura alla bellezza originaria e di eliminare il pericolo di caduta di calcinacci dalle pareti esterne ed interne garantendo condizioni di sicurezza per i frequentatori del Convitto.

Si procederà, quindi, con la spicconatura, cui seguirannno l’impermeabilizzazione, il rifacimento dell’intonaco e la ritinteggiatura delle parti di fabbricato interessate.

Nell’ambito del programma previsto saranno, altresì, eseguiti lavori ed installazioni necessari per il rilascio del Certificato di prevenzione incendi.

Il termine dei lavori è fissato in 18 mesi.

“Si tratta di un’opera significativa – ha affermato il Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris – perché raggiunge il duplice obiettivo di recuperare la bellezza di un importante edificio storico della nostra città e di garantire le migliori condizioni di sicurezza ai nostri ragazzi nelle scuole, il cui diritto allo studio e all’istruzione consideriamo fondamentale per il futuro della nostra comunità”.

“Questo intervento – ha aggiunto il Consigliere Metropolitano  delegato all’Edilizia Scolastica, Domenico Marrazzo – testimonia una volta di più la grande attenzione che la Città Metropolitana guidata dal Sindaco de Magistris sta ponendo nei confronti delle scuole, recuperando ed impegnando ingentissime risorse”.

LASCIA UN COMMENTO