UniGens UniCredit, premiato il Don Sturzo di Castellammare.

0
461

Si è svolto oggi, all’UniCredit Pavilion di Milano, il primo meeting nazionale di UniGens, l’associazione di volontari dipendenti ed ex dipendenti di UniCredit che sostiene le iniziative di UniCredit Social Impact Banking attraverso attività di mentoring e di formazione, offrendo le competenze dei propri associati a individui a rischio di esclusione, a microimprese e a imprese sociali meritevoli.

Social Impact Banking, già attivo in Italia e attualmente in fase di estensione nei principali Paesi in cui il Gruppo opera, è il programma della Banca che ha l’obiettivo di promuovere attività con un impatto sociale positivo attraverso tre filoni di intervento: microcredito, impact financing ed educazione finanziaria e inclusione.

Durante l’evento “Costruiamo insieme il futuro che sogniamo!”, Jean Pierre Mustier, CEO di UniCredit ha salutato gli oltre seicento volontari in platea commentando: “Per fare bene dobbiamo fare del bene. UniCredit è impegnata a costruire una società più equa e aperta: per questo siamo impegnati nell’identificare, finanziare e promuovere programmi con un impatto sociale positivo. Penso che il ruolo dei volontari sia fondamentale e che il loro impegno sia un elemento chiave per lo sviluppo sociale dei nostri territori. UniGens esiste grazie alla dedizione delle persone che nasce in un ambiente di lavoro positivo come il nostro, dove è importante l’impegno di tutti”.

Durante il meeting sono state inoltre premiate le scuole vincitrici del concorso “Start-up your life Edizione 2018” a cui hanno partecipato circa 150 scuole aderenti all’omonimo programma lanciato da UniCredit nell’ambito dell’iniziativa “Alternanza Scuola Lavoro” del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza finanziaria e incoraggiare lo spirito imprenditoriale nelle scuole. Oltre ad alcune centinaia di dipendenti, i volontari UniGens sono stati tra i formatori che UniCredit ha messo a disposizione delle scuole coinvolte.

Primi classificati del concorso, che prevedeva la realizzazione di un project work relativo all’ideazione, progettazione e sviluppo di un nuovo strumento o servizio di pagamento, sono stati:

– l’Istituto Professionale di Stato G. Pessina di Como, con “Easy Shopping” un’app che supporta le persone con capacità cognitive limitate nell’acquisto di beni di consumo e servizi di minimo valore economico (ad esempio la ricarica del cellulare, il biglietto del cinema, abbigliamento, cosmetici, alimentari, …)

– il Liceo Scientifico Aristotele di Roma, con il progetto “Teen Holiday Card”, un innovativo meccanismo di pagamento per giovani comitive di viaggiatori basato sull’idea di un fondo cassa elettronico, accessibile grazie a un’app.

Come premio, riceveranno l’allestimento di un’aula multimediale con venti pc e stampanti da economia circolare.

Sono state inoltre riconosciute menzioni speciali a dieci istituti ai quali saranno donati cinque pc da economia circolare:

  • Monti di Chieri (TO) e 8 Marzo – K. Lorenz di Mirano (VE) per l’originalità del progetto
  • Curie Vittorini di Grugliasco (TO) e Moreschi di Milano per la creatività
  • Marinelli di Udine e G. Caselli di Siena per la completezza di trattazione
  • Luigi Sturzo di Castellammare di Stabia (NA) e E. Fermi di Ragusa per la coerenza con le finalità e il tema del contest 2018
  • Telesio di Cosenza e G. Asproni di Iglesias (CA) per l’ampiezza nella declinazione del concetto di innovazione

LASCIA UN COMMENTO