Fake news, incontro alla Chiesa di San marcellino e Festo giovedì 31.

0
217

Appuntamento giovedì 31 maggio ore 11 presso Chiesa e Chiostro del Complesso dei Santi Marcellino e Festo (largo San Marcellino, 10) a Napoli organizzato da AIRC e dall’Università degli Studi di Napoli Federico II, dedicato alla sensibilizzazione di studenti sui temi della ricerca sul cancro, dell’’importanza di un’attendibile informazione scientifica e del volontariato.

Dopo i saluti istituzionali affidati al Prorettore Arturo De Vivo e alla consigliera AIRC Gabriella Minchiotti e un’introduzione al progetto a cura di Barbara Majello ed Enrico Avvedimento, docenti all’Università, avrà luogo la conferenza Facciamo chiarezza: come distinguere una notizia senza fondamento scientifico da un’informazione provata.

Ogni giorno giornali e televisioni riportano decine di notizie tratte da studi scientifici, ma non sempre nel modo più chiaro e corretto. Il risultato è che il pubblico viene bersagliato da informazioni che non è in grado di vagliare autonomamente, non avendo accesso alle fonti di prima mano, persino quando hanno un impatto immediato sulle sue decisioni quotidiane. A tutto questo si aggiunge il crescente ruolo dei social network che, se da una parte rendono il sistema dell’informazione più ‘democratico’, dall’altra possono esporre gli utenti al rischio di sacrificare l’accuratezza delle notizie in nome del tempismo e di confondere verità scientifiche con opinioni e viceversa. Come districarsi in questo contesto?

Pierpaolo Di Fiore, ricercatore all’Istituto europeo di oncologia e all’Università degli Studi di Milano, illustrerà il ruolo della scienza nella società, introdurrà alcuni elementi sui quali si basa il metodo scientifico e suggerirà strumenti semplici per capire quando ci si trova di fronte a tentativi di disinformazione.

Roberta Villa, giornalista scientifica, aiuterà il pubblico a entrare nei meccanismi cognitivi e nelle trappole mentali che fanno credere a certe notizie, per quanto infondate, così da imparare a difendersi da bufale e fake news.

A confrontarsi con il ricercatore e la giornalista anche due rappresentanti del portale satirico Lercio.it Patrizio Smiraglia , che condividerà – tra reale e  surreale – alcune testimonianze dalla Rete.

A seguire aperitivo e la musica di F2 Radio Lab. L’ingresso all’iniziativa è gratuito con prenotazione obbligatoria all’indirizzo http://www.f2cultura.unina.it/facciamo-chiarezza/ fino a esaurimento dei posti.

La giornata rientra nell’ambito del progetto AIRCampus, voluto da AIRC in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II, con gli obiettivi di far conoscere agli studenti la realtà dell’Associazione, la sua mission e i suoi valori, diffondere la consapevolezza del problema sociale ‘cancro’ e dare ai giovani la misura di quanto sia importante il loro impegno, soprattutto in termini di volontariato, per vincere la comune battaglia contro la malattia. Il progetto prevede una serie di lezioni su tematiche vicine al mondo di AIRC e, allo stesso tempo, attinenti alle materie dei vari corsi di studio. Il focus delle lezioni è identificato insieme ai docenti dei corsi interessati, con l’obiettivo di far diventare questi appuntamenti parte integrante dell’offerta formativa. AIRC si impegna a coinvolgere relatori con competenze specifiche (acquisite grazie alla loro professione, per esperienza diretta) che, affrontando argomenti in linea con quanto previsto dai corsi ordinari, danno agli studenti la possibilità di arricchire la loro preparazione teorica con esempi concreti.

Per approfondimenti visita campus.airc.it

LASCIA UN COMMENTO