20 anni di Consorzio Campi Flegrei.

0
55

Consorzio tutela vini dei Campi Flegrei a BacoliContinuare a far crescere la qualità dei vini e coniugare cultura, turismo ed eccellenze enogastronomiche del territorio per creare valore e sostenere la crescita: è la ricetta che il Consorzio di tutela dei Vini dei Campi Flegrei ha indicato per il futuro, festeggiando oggi a Bacoli (Napoli) i venti anni dalla propria fondazione.

“La sfida – ha detto l’assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Daniela Nugnes, concludendo il convegno organizzato per celebrare il ventennale – è superare i compartimenti stagno che impediscono di fare sinergia e hanno causato tante diseconomie e ritardi. La strada – ha aggiunto – è quella della programmazione unitaria che tenga conto di tutti gli aspetti e di tutti i soggetti dello sviluppo. Il pubblico, da solo, non ce l’ha fatta a far crescere il territorio. E quindi – ha aggiunto – è ora che si mettano insieme pubblico, privato e anche enti locali. L’impegno è quello di accompagnare le imprese nel loro cammino per uscire da questa fase di crisi e riprendere a crescere. I vini dei Campi Flegrei hanno fatto un grande percorso e un grande salto di qualità in questi venti anni. Chi ha fatto impresa agricola è un eroe, in quest’area come nel resto d’Italia. Ora il cammino deve proseguire, utilizzando le opportunità che si presentano, dall’uso dei Fondi Europei all’Expo che non deve essere una fiera ma un’esposizione, una grande presentazione di cibo e territorio”.

“I privati siano attori e protagonisti dello sviluppo del territorio – ha detto il presidente del Consorzio Campi Flegrei, Michele Farro – cercando sinergie e collaborazione con le istituzioni e le strutture pubbliche. Bisogna creare sinergie perchè il territorio comunichi e si faccia conoscere in maniera univoca e unitaria, valorizzando tutte le sue eccellenze, compreso il vino, la cultura e l’ambiente”.

Nell’area della Doc dei Campi Flegrei, che comprende i comuni di Procida, Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto e parte di Marano di Napoli, sono coltivati complessivamente 454 ettari di vigneti (29.836 in tutta la Campania). Nel 2013 – ha reso noto Orlando Iaccarino – dei 454 ettari 104 erano dedicati a produzioni Doc Campi Flegrei Falanghina e Piedirosso, con una produzione di 8.419 quintali di uva e 5.893 ettolitri di vini Doc.

Le aziende vitivinicole Doc Campi Flegrei sono 24. Per il loro sviluppo – è emerso durante il convegno al quale hanno partecipato tecnici, produttori, operatori economici ed esperti di enologia e gastronomia – la strada è quella del continuo miglioramento della qualità e della simbiosi dei vini con il territorio, che faccia conoscere i caratteri unici ed esclusivi, sia dei vini, sia del territorio. (ANSA).

LASCIA UN COMMENTO