Anche il Coisp al congresso Siulp: basta propaganda, il crimine si combatte con più uomini e mezzi.

0
117

Questa mattina presso la Sala Convegni dell’Hotel Continental, si è svolto  l’8° Congresso Provinciale del sindacato di polizia Siulp . Tra le autorità era presente anche  il Sindacato di Polizia COISP di Napoli con una delegazione guidata dal Segretario Generale Provinciale Giuseppe Raimondi.

Il leader partenopeo del Coisp,   dopo aver portato i saluti della  Segreteria Provinciale, a margine del convegno è intervenuto coi media sull’attuale crisi economico-finanziaria che vede penalizzato  proprio il Comparto Sicurezza,  soffermandosi inoltre sulle problematiche in cui versa la Questura di Napoli: dalla mancanza di mezzi idonei per fronteggiare la feroce criminalità partenopea che vede scenari da far-west anche in un normale pomeriggio di carnevale, come accaduto a Frattamaggiore, dove la vittima dell’episodio delittuoso questa volta è stato un delinquente , alla carenza cronica di poliziotti per fronteggiare la dilagante e spietata criminalità che ormai spadroneggia. .

“La Questura è al collasso – ha dichiarato Giuseppe Raimondi durante il suo intervento – E’ ormai un dato di fatto che la Polizia di  Napoli  riesca a stento  a fronteggiare i servizi ordinari.   I Commissariati non hanno poliziotti tanto che a malapena si riesce a  garantire la volante sul territorio, i colleghi che lavorano negli uffici della Questura vengono sempre più spesso impiegati in Ordine Pubblico per le più svariate emergenze territoriali. E c’è ancora, in questa provincia,  chi utilizza queste problematiche ormai croniche come cavallo di battaglia negli spot di propaganda elettorale , come se questi politici provenissero da chissà quale altro pianeta.” Raimondi lanciando un appello al Siulp ed alle altre rappresentanze sindacali presenti al congresso termina dicendo : “ E’ giunto il momento di unire le nostre forze e organizzare una forma di protesta democratica finalizzata a sensibilizzare sia l’opinione pubblica che lo stesso Dipartimento affinché invii più poliziotti in questa provincia.” Una proposta che ha riscosso una forte partecipazione dei colleghi presenti i quali, durante il break, hanno condiviso pienamente il concetto del Coisp.

LASCIA UN COMMENTO