“Beirut, Il Cairo, Gerusalemme: tre archetipi di metamorfosi urbana”, lunedì 27 al Madre.

0
63

Scratching on things-Preface to the third edition_ridottaLunedì 27 ottobre, ore 18:00 – Sala delle Colonne (primo piano)

Lucia Tozzi: “Beirut, Il Cairo, Gerusalemme: tre archetipi di metamorfosi urbana”

Museo MADRE via Settembrini 79, Napoli

 

Per il ciclo IDENTITÀ E TRASFORMAZIONE. Conversazioni sul Medio Oriente e sul Mediterraneo

In collaborazione con l’Università degli Studi “L’Orientale” di Napoli

 

La mostra dell’artista libanese Walid Raad al MADRE (visitabile fino al 19 gennaio 2015) rappresenta l’occasione per discutere della complessa situazione geopolitica dell’area mediorientale. Per questo la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee e il Museo MADRE di Napoli, in collaborazione con l’Università degli Studi “L’Orientale” di Napoli propongono un ciclo di tre incontri sul mondo arabo per offrire una riflessione a più voci e una possibile narrazione aperta dell’area mediterranea e mediorientale oggi, fornendo letture in grado di esplorarne complessità e potenzialità e, quindi, integrando e oltrepassando la cronaca mediatica. Gli incontri, tutti introdotti e coordinati da Gianluca Riccio, docente di Storia dell’arte contemporanea presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, sono proposti come un “viaggio critico” che, prendendo spunto dal lavoro dell’artista libanese e dai temi ricorrenti nella sua ricerca, è volto a definire una inedita cartografia geo-politica, culturale e poetica del Mediterraneo e del Medio Oriente contemporanei attraverso diversi contributi disciplinari, dall’architettura e urbanesimo al cinema agli studi postcoloniali.

Aprirà il ciclo di incontri la storica dell’arte e giornalista Lucia Tozzi con “Beirut, Il Cairo, Gerusalemme: tre archetipi di metamorfosi urbana” (lunedì 27 ottobre, ore 18:00, sala delle Colonne) che presenterà la propria ricerca su alcune delle principali realtà urbane dell’area mediterranea e mediorientale: il mascheramento della violenza nella ricostruzione del centro di Beirut, l’apartheid urbana strategicamente pianificata dai funzionari israeliani a Gerusalemme e il grande progetto della “Dubai sul Nilo” al Cairo sono tre casi paradigmatici di città in trasformazione nell’area mediterranea.

Seguirà l’incontro con Iain Chambers, docente di Studi culturali e postcoloniali /Studi culturali mediterranei all’Università degli Studi di NapoliL’Orientale”, che insieme alla ricercatrice Celeste Ianniciello proporrà una riflessione che inviti a ri-aprire gli archivi storici, culturali ed estetici della modernità attraverso immagini provenienti dal Medio – Oriente e dalla sponda asiatica (“Gli archivi del Mediterraneo e i passaggi di Walid Raad”, lunedì 10 novembre ore 18:00) mentre Gina Annunziata, docente di Storia e critica del cinema all’ Università degli studi di Napoli “L’Orientale” affronterà, invece, un percorso sul rimosso e sull’identità perduta e/o frammentata del Libano contemporaneo attraverso una selezione di film libanesi degli ultimi due decenni (“Identità in frammenti. Il cinema libanese contemporaneo”,  lunedì 1 dicembre, ore 18:00).

 

Per informazioni (lunedì-venerdì, 09:00-18:00; sabato, 09:00-14:00):

Tel. + 39 081 19313016 

Email info@madrenapoli.it

LASCIA UN COMMENTO