Cabaret, musica e narrativa: i Fatebenefratelli al Caffè Letterario Portanova venerdì 6.

0
111

locandina FatebenefratelliVenerdì 6 novembre alle ore 20, al Caffè Letterario Portanova di Napoli, in piazza Portanova (nei pressi del corso Umberto I e di via del Grande Archivio), appuntamento con i Fatebenefratelli, al secolo Edo e Gigi Imperatrice, cabarettisti per il teatro e la televisione, attori, autori di programmi televisivi e di commedie teatrali, e anche scrittori.

Vivaci ed eclettici, i due fratelli sono da anni sulle scene, e hanno all’attivo numerosi spettacoli teatrali e televisivi, ma anche film, hanno infatti lavorato con Luciano De Crescenzo in Così parlò Bellavista e FF.SS., e con Nino D’Angelo in Celebrità e Lo studente; negli ultimi anni si sono impegnati però soprattutto come autori, in particolare per Napoli, prima e dopo, show di Rai Uno del quale hanno curato ben venti edizioni.

La serata di venerdì sarà una serata di Cabaret e canzoni, durante la quale i Fatebenefratelli intratterranno il pubblico con la loro genuina e garbata comicità, e agli sketch si alterneranno le canzoni, con la partecipazione di Alessandra Murolo, giovane cantante partenopea. Ma in linea con la vocazione letteraria del Caffè Portanova non mancherà uno spazio dedicato alla narrativa, con la presentazione dell’ultimo libro dei Fatebenefratelli, Il vestito usato (edizioni Editalfa).

copertina Il vestito usatoEdo e Gigi Imperatrice coltivano da anni anche la passione per la scrittura, che li ha condotti alla pubblicazione di diversi libri; Il vestito usato è il quarto della serie, e, come amano definirlo gli stessi autori, è «quasi un romanzo giallo».

La storia affonda le radici in epoca remota, nel lontano 1856, quando nella Guyana britannica viene coniato un francobollo da un centesimo, che diviene particolarmente prezioso quando nel 1873 un ragazzo di Demerara, piccolo possedimento della Guyana, nel ritagliarlo da una busta gli dà la forma di un perfetto piccolo ottagono.

Il francobollo, noto agli appassionati di filatelia perché unico nel suo genere, passa di mano in mano, e la fantasia dei due fratelli lo fa giungere in Italia, dove il possessore viene assassinato. Sulle tracce del misterioso omicida si muovono il maresciallo De Marinis e il vicebrigadiere Capaldo, in una frenetica attività investigativa perfettamente in linea con la tradizione nostrana di thriller. Il racconto è fortemente caratterizzato soprattutto per i luoghi, palazzi e ville di San Giorgio a Cremano – dove i fratelli Imperatrice sono nati – e di Portici, scenari delle indagini, che presentano quindi in maniera molto vivida una parte della provincia partenopea.

Al Caffè Portanova dunque in programma risate, musica e letture, per conoscere da vicino i Fatebenefratelli, felici dell’ultimo successo editoriale, anche se sono convinti nell’affermare che «noi restiamo comunque attori comici e vogliamo che il pubblico ci ricordi per ciò che abbiamo fatto nel corso della nostra carriera, anche se la scrittura ci intriga molto».

LASCIA UN COMMENTO