Colesterolo, come ridurlo in 10 mosse.

0
113

colesterolo_altoIl colesterolo è un grasso presente nel sangue, dove svolge importanti funzioni per il nostro organismo. In dosi eccessive può invece rappresentare una grave minaccia per la salute. Alti livelli di colesterolo nel sangue costituiscono infatti uno dei principali rischi di malattie cardio-vascolari. Seguire alcuni semplici consigli può servire a mantenerlo nei giusti parametri, aiutando arterie e cuore a restare giovani a lungo.Ecco 10 semplici regole da seguire per una buona prevenzione del colesterolo cattivo con i vantaggi per la nostra nostra salute.

1 – Bere molta acqua, almeno un litro e mezzo al giorno poichè esiste un legame diretto tra colesterolo alto e disidratazione del corpo. Se il nostro organismo è adeguatamente idratato dissetandosi con acqua arricchita di carbonato di sodio i livelli di colesterolo vengono tenuti sotto controllo.

2 – Noci, mandorle, pistacchi, arachidi, semi di zucca e di girasole: la frutta secca è una delle migliori medicine naturali contro il colesterolo e riesce a modificare i livelli di lipoproteine nel sangue, elementi cardine per prevenire e trattare la malattia coronarica.(Peraltro la frutta secca e in guscio è anche un ottimo snack per chi pratica sport, come abbiamo scritto qui)

3 – Le carni rientrano tra gli alimenti a più alto contenuto di colesterolo. Quelle con minore percentuale di colesterolo sono generalmente le cosiddette carni bianche come pollo, tacchino e faraona da cui va tassativamente eliminato il grasso visibile come la pelle; i più alti valori di colesterolo si ritrovano nelle frattaglie e negli insaccati.

4 – E’ importante praticare un cucina senza grassi attuando metodi di cottura sani. Ciò significa prediligere la preparazione dei piatti tramite la bollitura, la cottura a vapore, alla griglia e al forno piuttosto che quella in padella o le fritture.

5 – Smettere di fumare innalza i livelli di colesterolo buono (HDL) nel sangue. Se avete quindi paura di smettere con il fumo per timore di ingrassare, sappiate che, al contrario, otterreste subito il risultato di vedere aumentare il vostro colesterolo HDL, che potrebbe tradursi in una riduzione del rischio cardio-vascolare.

6 – Meno grassi in generale. L’attenzione non va quindi soltanto ai condimenti, ma va anche nel saper limitare quelli presenti nei vari cibi che quotidianamente mangiamo. Formaggi e uova contengono quantità piuttosto elevate di grassi che influenzano negativamente il tasso di colesterolo. Attenzione anche al tipo di latte e latticini:bene il latte scremato o parzialmente scremato, lo yogurt a bassa percentuale di grassi e fra i formaggi quelli meno grassi, come i fiocchi o i latticini.

7 – Il colesterolo è presente solo negli alimenti di origine animale: quindi è bene impostare una dieta ricca di verdure, cereali e legumi. Questi alimenti riducono le calorie nell’alimentazione abituale e contribuiscono con le vitamine e gli antiossidanti in esse contenute a ridurre il rischio cardiovascolare.

8 – Pesce almeno due o tre volte a settimana. Una ricerca eseguita dalla Loma Linda University ha sottolineato che gli Omega3 (acidi grassi presenti nel pesce) sono in grado non solo di prevenire malattie cardiache ma aiutano ad implementare il colesterolo “buono” sino al 4%.

9 -Il consumo di alcol aumenta i livelli di colesterolo HDL innalzando la velocità di sintesi delle Apolipoproteine A. Bere alcolici con moderazione mantiene bassi i livelli di colesterolo.(Per esempio bere birra con moderazione può avere benefici effetti sull’organismo e la salute come abbiamo approfondito qui)

10 – Oltre ad essere il nemico numero uno della sedentarietà l’attività fisica aerobica quotidiana (corsa, bici, sci di fondo, nuoto) è un’ arma assai efficace contro gli alti valori nel sangue di questo lipide. Praticata ad un intensità medio-alta l’attività fisica si è dimostrata capace di ridurre i livelli di VLDL, quindi i trigliceridi plasmatici, ed aumentare quelli di HDL, quindi il colesterolo buono.(Peraltro le attività aerobiche sono anche indicate per tenere sotto controllo ipertensione e diabete).

LASCIA UN COMMENTO