Colli Aminei, la protesta dei residenti e dei comitati contro la linea filobus.

0
64

Protesta contro filobus ai Colli AmineiE’ ancora protesta ai Colli Aminei contro la realizzazione di un filobus, progetto avversato da una parte dei residenti e dal comitato Napoli Positiva.

Dopo un flash mob di protesta, il comitato rinnova i motivi di critica verso l’amministrazione comunale e la municipalità.

“Si continua a presentare il progetto come ‘moderna’ soluzione per la salvaguardia ambientale ma in realtà l’opera è stata realizzata per utilizzare i filobus (circa 90) che giacciono dagli anni 2000 nei depositi della Anm (Stella polare in Via Brin), fingendo di non capire le difficoltà per la circolazione e per il traffico che deriveranno sull’asse di collegamento Colli Aminei che dal centro porta ai principali ospedali cittadini, nonché per la presenza delle frequentatissime scuole”.

“All’incauto acquisto è seguita la realizzazione dell’autorimessa per soli filobus presso il parcheggio della metropolitana del Frullone, e il percorso per raggiungere il deposito che i mezzi dovranno fare, Via Capodimonte-Via San Rocco-Via E. Scaglione resta senza elettrificazione. Senza dimenticare – come è capitato ai tecnici del Comune – di considerare la perdita del valore immobiliare degli appartamenti siti ai primi piani che insistono direttamente sui Colli Aminei, perdita di valore che va dal 8% al 12 % e che non è stata calcolata nell’analisi costi benefici, documento obbligatorio per la realizzazione di opere pubbliche e che addirittura non risulta predisposto per il progetto specifico”.

“Infine il sindaco aveva assicurato ormai un anno fa la costituzione di un tavolo tecnico per valutare miglioramenti al progetto, azioni compensative per il quartiere per i trasporti pubblici del territorio (Collegamento – Tapis roulant – con Metro), ma il cosiddetto tavolo tecnico non è stato mai convocato. Chiediamo al sindaco di mantenere almeno questo impegno”, conclude il comitato. (ANSA).

LASCIA UN COMMENTO