Concerto di Natale con Francesco Cocco e Benedetto Casillo mercoledì 20 alla Chiesa di S. Maria della Consolazione a cura della Municipalità 1.

0
950
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Nell’ambito degli eventi organizzati da “Prima Turismo” promossi dalla I Municipalità capitanata dal presidente Francesco de Giovanni e dalla consigliera Iris Savastano si svolgerà anche quest’anno l’immancabile “Concerto di Natale” dell’artista Francesco Cocco.

L’evento si terrà mercoledì 20 dicembre 2017 nella chiesa Santa Maria Della Consolazione a Napoli.

A sostenere e volere fortemente che il giovane cantante amante e promotore della musica napoletana desse nuovamente voce alla sua città è stato il decano di Chiaia Posillipo Don Carlo Ballicu.

Fin dall’inizio del suo percorso artistico, infatti, Francesco si è fatto riconoscere per essere indissolubilmente legato non solo alle note delle canzoni classiche napoletane ma anche ai vicoli in cui queste ultime sono nate. Per questo motivo ogni anno Cocco ha sempre cercato di omaggiare le sue radici partendo dai luoghi dei suoi “natali”.

Ad accompagnare Francesco in questo viaggio troveremo Emanuele Nerino al pianoforte, Enzo Sirletti alla chitarra, Marcello Gentile al mandolino, Simone De Simone al contrabbasso, Glauco D’Ecclesiis alle percussioni ed Alessio Sica alla batteria.

Il concerto sarà un percorso tra le tradizioni partenopee in cui attraverso tante canzoni natalizie e non si celebrerà il presente e ricorderà il passato dell’immensa città di Napoli.
Ulteriore dono per questo concerto sarà l’amichevole partecipazione dell’attore Benedetto Casillo che interverrà con alcune letture nel corso della serata.

Il Natale a Chiaia inizierà così con qualche giorno di anticipo.
L’appuntamento è quindi per le 20.30 nella chiesa Santa Maria Della Consolazione in via Villanova 13 a Napoli.

Una serata unica per lasciarsi incantare dalla nostalgia del Natale, quella sana e inspiegabile nostalgia capace di rendere tutti tristemente felici e allo stesso tempo felicemente tristi.

L’ingresso è gratuito: impossibile mancare!

LASCIA UN COMMENTO