Dalla Campania centinaia di collezionisti alla Reggia di Caserta per l’Evento Thun.

0
182

La THUN, nota azienda di Bolzano, sceglie Caserta e la sua Reggia come teatro delle celebrazioni istituzionali, dei 20 anni del proprio Club di fan, e del Natale. E lo fa regalando alla città il restauro di alcuni pezzi del presepe che si trova all’interno della Reggia, uno dei più importanti e rappresentativi nella storia italiana, oggi custodito nella Sala Ellittica degli Appartamenti Reali. Un dono che è anche un ringraziamento alla città per il contributo dato all’organizzazione dell’evento, che si terrà sabato 20 ottobre alla Reggia, mentre domenica 21 protagonista sarà il Belvedere di San Leucio. L’evento darà grande visibilità generando nel contempo lavoro e indotto diffuso, grazie al grande numero di visitatori previsti – 5.000 i collezionisti e gli appassionati THUN che raggiungeranno Caserta – con molte strutture impegnate nell’accoglienza e nella gestione di tutti gli ospiti.

THUN è presente nella nostra regione con circa 65 punti vendita ed oltre 7.000 soci ed appassionati del noto marchio altoatesino, tutti in trepidante attesa de festeggiamenti del 20 ottobre alla Reggia di Caserta.

L’evento è andato presto sold out. Si stima che a centinaia siano in arrivo dalle città e dalle province della Campania. «Un’accoglienza meravigliosa da parte di una regione, dove siamo presenti con numerosi punti vendita, sia nei centri commerciali che nei centri storici, e nella quale vogliamo continuare a investire nel prossimo futuro” – commenta Paolo Denti, Amministratore Delegato di THUN SPA. Negli ultimi 3 anni l’azienda ha aperto in Campania XX  punti diretti e avviato un’ importante attività di recruiting sul territorio che oltre a rinforzare il personale di vendita, ha creato nuove opportunità di inserimento per giovani laureati.

Il programma della giornata prevede cancelli aperti in esclusiva per tutti gli ospiti dell’azienda bolzanina per un sabato pomeriggio di visite ai tesori della Reggia con percorsi dedicati agli Appartamenti e Giardini Reali. Grandiosi allestimenti, esclusive anteprime tra cui la nuova collezione del Natale THUN, rimasta per molti mesi top secret e che, terminata la kermesse (come accade nel mondo della moda, ma ancora mai nel settore dell’home&decor) sarà immediatamente disponibile per la vendita al grande pubblico.

Conclude la serata con un emozionante spettacolo ricco di musica, immagini e colori per ripercorrere insieme la storia di THUN e la magia del Natale.

Un evento che non dimentica di celebrare anche la Fondazione Lene Thun e i suoi straordinari traguardi nel supporto, attraverso i laboratori attivi di ceramico-terapia, alla degenza dei piccoli malati dei reparti oncologici dei più importanti ospedali d’Italia. Attraverso l’attività della Fondazione Lene Thun, l’azienda oggi sostiene numerose attività di ceramico-terapia ricreativa in oltre 20 strutture ospedaliere. L’attività della Fondazione si concentra soprattutto nei reparti di oncoematologia pediatrica che comportano una lunga e pesante ospedalizzazione. I laboratori, che si svolgono una volta alla settimana, vengono coordinati dallo staff di volontari e da ceramisti della Fondazione e sono offerti gratuitamente alle strutture ospedaliere e ai pazienti.

THUN e la Fondazione. Nata a Bolzano nel 1950 come laboratorio di ceramica, THUN è una realtà internazionale con un fatturato annuo di 98 milioni di euro, ed è leader italiano dei prodotti ceramici e del regalo di qualità. Ogni pezzo è ideato e disegnato in Italia, con passione artigianale. Negli anni l’assortimento si è allargato dalla ceramica ai servizi tavola, dall’arredo casa agli accessori donna e bimbo. Gli articoli THUN attualmente sono presenti in circa 1250 negozi, di cui 350 monomarca. Dal 2006 la Fondazione Lene Thun, certificata ONLUS, promuove la modellazione dell’argilla come terapia ricreativa, offrendo laboratori gratuiti in contesti di malattia e di disagio, principalmente sul territorio italiano. La Onlus altoatesina è stata fondata da Peter Thun per ricordare la gioia e i benefici provati da sua madre, la Contessa Lene, mentre plasmava l’argilla dando forma alle celebri figure Thun. La manipolazione dell’argilla agisce su due piani: regala un’immediata sensazione di benessere, di piacevolezza e divertimento, e dall’altro lato permette, attraverso la creazione di forme tridimensionali, di dare voce alla propria sfera emotiva, attenuando le paure e la sofferenza interiore, creando i presupposti per ricevere aiuto e sviluppare l’autostima e la socializzazione

 

Nel 2014, nasce il progetto “Fondazione Lene Thun negli Ospedali”, che prevede la realizzazione di Laboratori permanenti di modellazione della ceramica all’interno dei reparti pediatrici di grandi ospedali italiani. L’efficacia della terapia ricreativa come sostegno ai protocolli medico farmacologici è riconosciuta scientificamente ed è l’anima dei 38 laboratori ceramici ricreativi della Fondazione, che lo scorso anno ha avuto l’onore e il piacere di decorare con le opere d’arte realizzate dai bimbi il grande Albero di Natale di Piazza San Pietro e di festeggiare con i piccoli artisti, assieme a Papa Francesco, il Santo Natale.

LASCIA UN COMMENTO