Dibattito Nazionale L’Europa e le politiche di migrazione, lunedì 31 Aula Magna Università Federico II.

0
46

La Camera di Commercio di Napoli e l’Eurosportello- Azienda Speciale CCIAA di Napoli    – nell’ambito delle attività del partenariato Europe Direct Napoli  –  sono liete di annunciare il  Dibattito Nazionale

L’EUROPA E LE POLITICHE DI MIGRAZIONE, che si terrà il 31 marzo 2014 a Napoli, presso l’Aula Magna dell’Università Federico II.

L’iniziativa è promossa dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea nell’ambito del percorso POLITICALLY.EU

Nell’ambito del percorso POLITICALLY.EU, “Conoscere per deliberare”, la Rappresentanza in Italia della Commissione europea presenta la quarta tappa: “Europa e politiche di migrazione” il cui coordinamento scientifico è a cura del Migration Policy Centre, European University Institute, Firenze.

Le politiche di migrazione hanno subìto una profonda trasformazione nel corso degli ultimi due decenni. Questo è successo in conseguenza delle progressive modifiche introdotte nei trattati dell’UE, ma anche per la crescente necessità di un approccio più europeo.

Nonostante alcuni passi avanti siano stati già compiuti, è il momento di considerazioni complessive condivise e approfondite sulle sfide future e sulle priorità da affrontare sul campo da qui in avanti.

L’iniziativa della Rappresentanza della Commissione europea a Napoli si concentra in particolare sui tre temi: migrazioni e cambiamenti demografici; le opportunità dal Mediterraneo; integrazione senza cittadinanza?

L’obiettivo è fornire un momento di confronto strutturato a livello nazionale tra i responsabili per la definizione della strategia globale con quelli incaricati dell’applicazione delle politiche di riferimento, gli esperti nei diversi campi di interesse e i rappresentanti dei migranti.

Le conclusioni raccolte saranno portate all’attenzione dei referenti nazionali e comunitari come contributo sia alla definizione della nuova agenda europea per gli Affari interni che allo sviluppo di una strategia nazionale più coerente e quindi forte in sede europea.

Non basta stare a guardare e di conseguenza subire scelte e decisioni altrui: se c’è uno sforzo che oggi vale la pena di fare da parte dei cittadini europei è la partecipazione informata e attiva alla sfera politica dell’UE.

Il programma del convegno.

LASCIA UN COMMENTO