Facebook, Zuckerberg in cerca di idee nuove per il 2015 chiede aiuto agli utenti.

0
85

ZuckerbergVorreste darvi un nuovo, lungimirante obiettivo per l’anno appena iniziato ma siete a corto di idee? Cercate buoni propositi ma non sapete quale scegliere? Forse potreste fare come Mark Zuckerberg, enfant prodige del web, che ha chiesto aiuto ai suoi 23 milioni di follower su Facebook. Si chiama “crowdsourcing”, ed è il modo di cercare sostegno dall’esterno quando mancano fondi (non è il caso del re dei social network) o suggerimenti.

Zuckerberg, nel suo post, ricorda di essere alla ricerca del suo “buon proposito” per il 2015, ed elenca quelli degli anni passati: “Imparare a parlare mandarino; incontrare ogni giorno una nuova persona che non lavori a Facebook; scrivere una nota di ringraziamento quotidiana a qualcuno che abbia reso il mondo migliore; diventare vegetariano (o almeno mangiare carne solo se di un animale che abbia personalmente ucciso); indossare una cravatta”.

La risposta della Rete deve averlo veramente travolto, perché ancora Mister Facebook non ha fatto sapere quale sarà il proposito di sua scelta. Sorvoliamo sui 133.283 “mi piace” e sulle 3.404 condivisioni. La quantità di commenti ha superato, com’era ovvio, ogni previsione. Ryan O’Connor suggerisce di “piantare un albero per ogni nuovo iscritto a Facebook nel corso dell’anno”. Ederlyn Suriaga suggerisce di “imparare uno strumento musicale”. Altri incitano: iscriviti a una maratona; vai a visitare le FIlippine; imponiti di scoprire il significato della vita; metti la musica su Facebook; leggi venti pagine di libri non “tecnici” ogni giorno; cerca qualcuno che non abbia mai frequentato i social network; cancella gli utenti che invitano a giocare Candy Crush; visita tutti i Paesi europei; impara a nuotare (e posta le foto); impostre una voce automatica per Facebook come Siri di Apple; scrivi un commento al giorno sulla bacheca di un utente a caso; impara tutto ciò che puoi su Marte…A diluvio finito, e passati i postumi del Capodanno, Zuckerberg farà sapere la sua scelta. Ma una cosa è certa: molti utenti si sono stufati degli inviti a condividere giochi. Perché è questa la proposta di “buon proposito” che sembra ricorrente. (Il Messaggero-PrimaOnline)

LASCIA UN COMMENTO