GdF scopre falso dentista recidivo.

0
293
(ANSA) - NAPOLI, 28 GIU - Era già stato smascherato alcuni mesi fa dalla Guardia di Finanza ma si era limitato solo a spostare il suo studio in un'altra zona della città e a continuare a svolgere, abusivamente, la professione di dentista. E così, a Napoli, clienti ignari si facevano curare da chi, dentista, non lo era affatto. I finanzieri del I Gruppo Napoli lo hanno sorpreso mentre stava eseguendo una seduta di igiene orale su un paziente napoletano. Il falso medico non era nuovo ad un controllo della Guardia di Finanza, visto che era già stato beccato tempo fa. Ma aveva continuato a svolgere la professione applicando anche tariffe significative per le prestazioni eseguite, visto che dalla documentazione è risultato che per una devitalizzazione erano necessari 100 euro, per l'istallazione di impianti si partiva da 500 euro. Sequestrati lo studio, i macchinari e i medicinali; il falso dentista è stato denunciato per esercizio abusivo di professione medica e per assenza delle prescritte autorizzazioni sanitarie.
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Era già stato smascherato alcuni mesi fa dalla Guardia di Finanza ma si era limitato solo a spostare il suo studio in un’altra zona della città e a continuare a svolgere, abusivamente, la professione di dentista.

E così, a Napoli, clienti ignari si facevano curare da chi, dentista, non lo era affatto.

I finanzieri del I Gruppo Napoli lo hanno sorpreso mentre stava eseguendo una seduta di igiene orale su un paziente napoletano. Il falso medico non era nuovo ad un controllo della Guardia di Finanza, visto che era già stato beccato tempo fa.

Ma aveva continuato a svolgere la professione applicando anche tariffe significative per le prestazioni eseguite, visto che dalla documentazione è risultato che per una devitalizzazione erano necessari 100 euro, per l’istallazione di impianti si partiva da 500 euro.

Sequestrati lo studio, i macchinari e i medicinali; il falso dentista è stato denunciato per esercizio abusivo di professione medica e per assenza delle prescritte autorizzazioni sanitarie.
(ANSA).

LASCIA UN COMMENTO