GdF sequestra 8.500 litri di gpl di contrabbando nel casertano.

0
101

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise, nell’ambito di un’operazione di controllo in materia di deposito, circolazione e trasporto di prodotti petroliferi, hanno sottoposto a sequestro un’autocisterna contenente 8.500 litri di GPL per uso domestico di provenienza illecita.

Le Fiamme Gialle hanno fermato l’autoveicolo in transito nel Comune di San Felice al Cancello (CE) per un normale controllo, nel corso del quale hanno notato che l’autista del mezzo aveva estratto dal proprio cruscotto alcuni fogli di carta.

L’intervento dei finanzieri ha consentito di accertare che il soggetto aveva provato a manoscrivere frettolosamente alcuni DDT (documento di trasporto) per la tentata vendita del prodotto petrolifero, i quali erano detenuti privi delle previste scritturazioni.

Alla luce dell’anomalo comportamento manifestato dal conducente, il controllo è stato esteso alla verifica della regolarità dell’intero carico contenuto nell’autobotte, il cui esito ha consentito di accertare che il GPL trasportato non era scortato da alcuna documentazione idonea a dimostrarne la lecita provenienza.

Il responsabile, pertanto, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per ricettazione ed illecita sottrazione dei prodotti energetici al pagamento delle accise, mentre l’intero carico è stato sottoposto a sequestro.

Sono attualmente in corso le indagini per risalire alla provenienza del prodotto petrolifero ed individuare eventuali ulteriori responsabili dell’illecito traffico finalizzato all’evasione fiscale.

L’operazione di servizio si inquadra nel più ampio contesto della sistematica azione di controllo economico-finanziario del territorio posto in essere dalla Guardia di Finanza di Caserta, confermando, ancora una volta, l’impegno profuso quotidianamente dalle Fiamme Gialle a tutela della legalità.

LASCIA UN COMMENTO