Lavoro, 21000 contratti di apprendistato in Campania

0
49

Quasi 21mila nuovi contratti di apprendistato attivati in Campania nel 2012. E’ il risultato concreto della misura ”Più apprendi più lavori” varata con il Piano Campania al Lavoro, predisposto dall’Assessorato al lavoro della Regione Campania, come strumento per contrastare la disoccupazione giovanile. La misura prevede incentivi per le imprese che assumono giovani con un contratto di apprendistato professionalizzante per il quale è prevista la decontribuzione per tre anni.

Dopo l’approvazione del “Testo unico dell’apprendistato della Regione Campania”, la misura è stata finanziata con risorse pari a 7,5 milioni di euro, attraverso un accordo quadro, nell’ambito del Contratto Campania, siglato tra i vertici di palazzo Santa Lucia e le associazioni datoriali e sindacali.

Secondo uno studio di Confcommercio, in Italia ogni mese circa tremila contratti di apprendistato già attivati diventano a tempo indeterminato. Per esempio, nel terziario, nel 2012 gli apprendisti ammontavano a 224 mila e il rapporto tra apprendisti e dipendenti nella fascia di età 15-39 è nel commercio pari al 10,2%.

In Italia la percentuale è del 7,9%, con differenze tra Nord, Centro (8,6%) e Sud (5,7%). La stima di Confcommercio è che nel 2013 gli apprendisti nel terziario di mercato sono saliti a 230 mila.

In Campania, la misura legata all’apprendistato prevede un lungo percorso di formazione al quale sono destinate 400 ore annue. Le aziende possono richiedere un contributo individuale pari a 5mila euro per ogni assunzione, fino a un massimo 7mila e 500euro per le assunzioni di diversamente abili. (ANSA).

LASCIA UN COMMENTO