L’Avv. Riccardo Imperiali di Francavilla nominato nostro nuovo Presidente della Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli.

0
662
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Cambio al vertice della Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli: rinnovate le cariche sociali della Fondazione.

È Riccardo Imperiali di Francavilla, avvocato e massimo esperto in Italia di organizzazione aziendale, il nuovo Presidente della Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli.

La nomina, avvenuta durante il CdA della Fondazione lo scorso 13 Dicembre, sancisce il passaggio di consegne con il Professor Adriano Giannola, Presidente della nostra Fondazione sin dalla sua costituzione e giunto ormai al numero massimo di mandati.

Riccardo Imperiali di Francavilla, classe 1957, è avvocato civilista ed esperto di organizzazione aziendale; collabora con associazioni confindustriali e di categoria e con aziende ed enti pubblici.

Docente e giornalista pubblicista, l’ Avv. Riccardo Imperiali di Francavilla interviene non di rado come opinionista su Il Sole 24 Ore, quotidiani e su riviste di diritto e di organizzazione aziendale.

A lui e al nuovo consiglio va il nostro caloroso in bocca al lupo, come forte e caloroso è il grazie che rivolgiamo al Professor Adriano Giannola per il lavoro svolto in questi anni.

Senza di lui sarebbe stato difficile, se non impossibile, immaginare la Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli.

 

La Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli, nata nel 2010 grazie al bando di Fondazione con il SUD per diffondere la filantropia comunitaria nel Mezzogiorno, si propone di divulgare la cultura del dono nella II, IV e VI Municipalità del Comune di Napoli, con l’obiettivo principale di sviluppare una comunità nella quale ciascuno partecipi al bene comune.Garantire l’aiuto a coloro che hanno maggior bisogno, facendo incontrare chi vuole donare e chi ha necessità di sostegno in una diversa e nuova logica del bene comune, in modo che tutti si sentano attivi e partecipi dei processi di cambiamento e sviluppo.

La capacità di costruire ponti di dialogo, di divenire cantiere ed officina di pensiero e progetti per il bene della collettività mira a una maggiore consapevolezza dei bisogni e delle opportunità presenti nel territorio, rafforzando il senso di appartenenza e di coesione sociale.

 

Per ulteriori informazioni: 081/4201125 – comunicazione@fondcomnapoli.it

LASCIA UN COMMENTO