Legge di stabilità, salta rifinianziamento lavori socialmente utili a Napoli e Palermo. L'Assessore Panini: inaccettabile.

0
112

Scuola: lavoratori ex Lsu pulizie in corteo a NapoliSalta il rifinanziamento di 100 milioni dal 2015 destinato ai lavoratori socialmente utili di Napoli e Palermo. La norma della Legge di Stabilità (il comma 11 dell’articolo 17) non ha infatti passato il vaglio della commissione Bilancio della Camera.

“La decisione della Commissione bilancio di stralciare dalla Legge di stabilità per il 2015 il finanziamento per le Cooperative di Napoli (25 giugno e Primavera terza) e di Palermo è incomprensibile ed inaccettabile”. Lo ho dichiarato l’assessore al lavoro e sviluppo del Comune di Napoli, Enrico Panini.

”Da gennaio circa 1.300 lavoratori, che svolgono funzioni essenziali per il Comune metropolitano si troveranno senza stipendio grazie ad una richiesta di stralcio dei rappresentanti della Lega in Commissione non sufficientemente contrastata dagli altri componenti. Incomprensibile perché la Legge di stabilità è da 31 anni lo strumento attraverso il quale si attribuiscono i finanziamenti a Cooperative nate da una specifica Legge.

Inaccettabile – aggiunge Panini – perché vengono condannate centinaia di persone a non avere la retribuzione sulla base di un pregiudizio territoriale”.

”Chiederemo immediatamente un incontro con i Parlamentari campani, con il Presidente della Commissione e con il Presidente della Camera. La nostra richiesta è precisa: la legge di stabilità per il 2015 deve garantire le risorse necessarie per le retribuzioni dei lavoratori delle cooperative di Napoli e Palermo”, conclude Panini.(ANSA).

LASCIA UN COMMENTO