L'Epatologia nel III millenio, sabato 22 al Centro Congressi della Federico II, a cura dell'Ospedale Evangelico Villa Betania.

0
86

id-39-1412095437-programmacongressoclaar2014_Pagina_1Siamo giunti alla terza edizione del corso “ L’ Epatologia nel III millennio” con il quale il Centro di Epatologia dell’ Ospedale Evangelico Villa Betania intende divulgare il progresso scientifico e le proprie attività, all’utenza al territorio ed alle Istituzioni con l’imprescindibile collaborazione della Medicina Generale.

L’ Epatologia sta profondamente cambiando in termini di epidemiologia, diagnostica e terapie. Il congresso sarà articolato in quattro sessioni in cui, ancora una volta, moderatori, relatori e platea si confronteranno in una sorta di “face-off” con l’obiettivo di migliorare conoscenza ed informazione.

Nella prima sessione si discuterà dell’impatto delle nuove terapie antivirali per HBV ed HCV che stanno profondamente cambiando la storia naturale delle epatiti croniche.

In apertura alcuni dei massimi esponenti internazionali, di malattie epatiche virus correlate, assicureranno un aggiornamento puntuale sulle più recenti acquisizioni, quindi nella seconda parte della sessione gli “esperti” commentando i dati della ricerca si confronteranno sugli argomenti più caldi cercando di trasferire le raccomandazioni in pratica clinica.

id-39-1412095437-programmacongressoclaar2014_Pagina_2Nella seconda sessione verranno esaminate le sempre più “intime” relazioni tra Microbiota/Barriera Intestinale e patologia epatica analizzando i pregiudizi talvolta infondati sulla tossicità dei farmaci nel paziente con malattia di fegato.

Anche i questa sessione gli esperti analizzeranno il rischio/beneficio di alcuni comuni trattamenti nel paziente epatopatico ed in particolare discuteranno l’utilità della terapia anticoagulante nel cirrotico.

La terza sessione tratterà i delicati aspetti del rischio chirurgico nel paziente affetto da malattia epatica avanzata.

La Steatosi epatica sarà il tema della quarta sessione.

Tale codizione è fondamentalmente causata dalla sinergica azione di fattori genetici e fattori ambientali.
Obesità, insulinoresistenza, fegato grasso sono talvolta un quadro irreversibile che si presenta già in epoca pediatrica.

Troppo spesso abitudini alimentari scorrette, l’abuso di alcol ed il consumo di esotossici producono come i virus danni epatici talvolta inarrestabili.

Gli esperti ci indicheranno come e quando intervenire per prevenire l’espressione clinica della sindrome metabolica.

Terminata l’era dell’autoreferenzialismo, in un’epoca contraddistinta dalle sempre più limitate risorse, misurare con parametri oggettivi il proprio lavoro e confrontarsi, costituisce la base imprescindibile di ogni intervento volto al miglioramento.

LASCIA UN COMMENTO