L’occhio fisso. Racconti monologanti per intellettuali piuttosto delusi. Lucia Stefanelli Cervelli presenta il suo libro lunedì 19 al Libri&Caffè (Teatro Mercadante).

0
79

L'occhio fisso_ Lucia Stefanelli Cervelli_Homo ScivensTorna lo sguardo sulla realtà preciso e impietoso di Lucia Stefanelli Cervelli, tra le più apprezzate drammaturghe campane, che presenta lunedì 19 gennaio alle ore 17.30 al Libri&Caffè – il Bistrot Letterario al Teatro Mercadante, il suo ultimo libro L’occhio fisso. Racconti monologanti per intellettuali piuttosto delusi, edito da Homo Scrivens nella collana “Direzioni immaginarie”. Alla conversazione con la scrittrice partecipano Ermanno Corsi, autore della prefazione, Esther Basile e Arnolfo Petri. Modera Aldo Putignano.

Il libro, che Claudio Magris ha definito «racconti plastici e fulminei, ironici, toccanti: brevi incursioni nel cuore della vita» prosegue, questa volta con uno stile ironico, toni grotteschi e caricaturali, il ciclo di osservazioni e riflessioni che l’autrice ha inaugurato con L’occhio strabico. Racconti brevi e monologanti per intellettuali a riposo (Photocity Edizioni, 2011).

Dalla prefazione di Ermanno Corsi

«I racconti monologanti de L’occhio fisso contengono tesi e antitesi simboleggiate da una rappresentativa coralità di personaggi con metafore tra esilaranti e grottesche e un po’ anche eduardiane: dagli inganni degli strumenti massmediatici all’ambientalismo di maniera, dal desiderio di chi con una lapide pensa di diventare il postero di se stesso all’allegoria di un uovo al tegamino, fino all’elogio della cecità luminosa. Ma come, può essere questo il punto di arrivo: una sorta di beata ignoranza? La scrittrice e signora degli occhi non ha remore: «Sì, a patto però che si tratti di una ignoranza sapiente».

Autore: Lucia Stefanelli Cervelli / Titolo: L’occhio fisso. Racconti monologanti per intellettuali piuttosto delusi/ Collana: Direzioni immaginarie /Pagine:144/ ISBN: 978-88-97905-83-7/ Prezzo: 13,00 euro

Note sull’autrice

Lucia Stefanelli Cervelli è regista, attrice, sociologa della comunicazione scenica. Ha scritto e rappresentato numerosi testi teatrali e fiabe in forma scenica; l’edizione completa del suo teatro è stata pubblicata da Homo Scrivens (Teatro, 2013). Ha fondato, con Gianni Spataro, l’Associazione di Cultura Teatrale “L’Ascolto”. Già docente di Lettere e Filosofia, ha pubblicato le raccolte di liriche Alla falda d’abisso (Fiorentino), Radici d’acqua (Guida) e Fuori di persona (Iuppiter), e il volume L’occhio strabico. Racconti brevi e monologanti per intellettuali a riposo (Photocity Edizioni, 2011).

LASCIA UN COMMENTO