Alla luce della notte, segnali positivi al Vomero.

0
103

notte_bianca_6x3__1_dalla Segreteria Provinciale Generale del C.O.I.S.P. (Coordinamento per l’Indidpendenza Sindacale delle Forze di Polizia) riceviamo e pubblichiamo

Nel nuovissimo Spazio Eventi, grazie alla disponibilità di Bruno Nanni, direttore di Trony (Vomero, Via Luca Giordano, ex Fnac), abbiamo avuto l’onore di unirci al progetto “Alla luce della notte – Segnali positivi” che, in collaborazione con la 5^ Municipalità del Comune di Napoli, l’Associazione Libera Coordinamento campano contro le Camorre, ci ha visti protagonisti di uno splendido confronto sulla legalità alla presenza dei ragazzi dell’Istituto “G. B. Vico” –

Presente per il Co.I.S.P., quale relatore, il Segretario Provinciale Giuseppina Lombardi, unitamente alla collega e scrittrice Ornella della Libera, al Presidente di Libera Campania Leandro Limoccia, alla scrittrice Pina Varriale, al Presidente del Premio Strega Tjuna Notarbartolo e all’avvocato Eliana Iuorio.

Durante il confronto, abilmente intervallato da interventi musicali e teatrali dei liceali del Vico che hanno dimostrato grande sensibilità e trasparenza ideologica verso le problematiche che vedono dilagare i reati di stalking e violenza sulle donne, si è ribadita, a più voci, la necessità della fiducia, dell’amicizia, dei punti di riferimento sociali e familiari dai quali, mai, bisogna sentirsi abbandonati o nei quali, sempre, bisogna confidare per ottenere un confronto onesto e proficuo rivolto alla crescita comune.

Ribadita, inoltre la seria necessità, di non lasciarsi trascinare dalle maglie del guadagno facile, dell’invito alla bella vita o all’alienazione sociale provocata dall’uso indiscriminato dei social che, spesso, distolgono lo sguardo dalla realtà che ci circonda e nella quale abbiano bisogno di contare per ottenere e fornire aiuto.

L’alienazione sociale e il lassismo delle coscienze, così come un filo comune, ha legato gli interventi dei vari relatori che hanno fornito anche utenze e siti cui rivolgere in caso di bisogno, fidandosi in primis dei genitori e degli insegnanti, punto primario di partenza per intavolare una società onesta, legata ai principi morali di legalità e benessere dell’anima.

LASCIA UN COMMENTO