Moviemmece, vince cortometraggio su anoressia.

0
112

E’ “Esseri di Stelle” il cortometraggio vincitore della seconda edizione di Moviemmece, il Cinefestival della biodiversità del cibo e delle culture che si è chiuso a Napoli Est con al serata finale e le premiazioni. Il film, diretto da Adriano Giotti, racconta la storia di Lucio e Luna una coppia di anoressici. Quando Luna decide di trasferirsi a casa di Lucio, il loro amore si troverà di fronte alla loro malattia. Il corto è stato giudicato il migliore, tra i venti in gara, da una giuria di esperti presieduta dall’attore Adriano Pantaleo e composta da Francesco Prisco, Francesco Vitiello, Anna Trieste e Andrej Longo.

A premiare il vincitore è stato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che dal palco del teatro NEST di San Giovanni a Teduccio ha riconosciuto la qualità dei corti, rinnovando il sostegno dell’amministrazione al Cinefestival della biodiversità: “Il Paese – ha detto de Magistris – ha bisogno di quello che abbiamo visto stasera a Moviemmece, di persone che liberano le proprie energie e rimettono al centro i legami. Lo fanno dal teatro NEST, un luogo che se fosse stato in un’altra città d’Italia sarebbe stato sgomberato. Sono fiero di ricordare che a Napoli da sette anni e mezzo non c’è uno sgombero perché la comunità resiste e perché per la nostra amministrazione “diritto” significa soprattutto dare diritti a chi non ne ha, significa emancipazione delle periferie, trasformazione sociale e significa poter consentire di esprimere energia. Anche a costo di ribellarsi alla legalità formale”.

La giuria di Moviemmece ha voluto riconoscere una menzione speciale a “The Voice of the Land”, un film di Carlo Bolzoni e Guglielmo Del Signore che racconta la storia dei taranii, una minoranza che vive nelle campagne in Romania. Menzione speciale anche a “Lievito Madre”, mentre la giuria scuole ha premiato “Il Telescopio”, di Giovanni Gradoni. Vince il premio della giuria giovani, composta da giovani studiosi e appassionati di cinema che hanno partecipato alla masterclass gratuita di Moviemmece, il corto Certe Brutte Compagnie di Gugliemo Poggi, ancora una riflessione sull’anoressia. Premio speciale dalla giuria giovani a “Nidi Resilienti”, di Daniele Scialò. Al termine della cerimonia di premiazione, l’organizzatrice di Moviemmece, Marina Ferrara, ha dato appuntamento al pubblico per la terza edizione del Cinfestival della biodiversità all’ottobre del prossimo anno. (ANSA).

LASCIA UN COMMENTO