Napoli Città Natale – Tre grandi mostre.

0
70

tre_grandi_mostreNapoli Città Natale – Tre grandi mostre, è il titolo della campagna realizzata dagli allievi dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli del triennio in graphic design sulla scia di una consolidata collaborazione istituzionale tra Comune e Accademia.

“Desidero ringraziare gli allievi che in questo caso hanno firmato le opere quali visual design, Simona Motta e Mattia Labadessa. Attraverso la creatività dei nostri giovani valorizziamo la ricca offerta culturale a Napoli per il Natale” dichiara l’assessore Nino Daniele.

Le grandi mostre promosse dall’assessorato e oggetto del lavoro grafico sono Shepard Fairey #OBEY, con le opere dello street artist statuniteste tra i più influenti sulla scena contemporanea, in corso al Pan fino al 28 febbraio e organizzata dall’associazione Password Onlus, a cura di Massimo Sgroi.

L’esposizione dei tesori artistici di epoca angiona, quando Napoli fu capitale per la prima volta, Ori, argenti, gemme e smalti della Napoli Angioina.1266-1381, organizzata, nell’ambito del Forum Universale delle Culture, nel Museo del Tesoro di San Gennaro fino al 31 dicembre, a cura di Pierluigi Leone de Castris. Il Bello o il Vero.

La Scultura napoletana del secondo Ottocento e del primo Novecento, ricchissima esposizione di circa 250 opere che documentano una stagione artistica partenopea fondamentale per il rinnovamento del gusto dell’epoca verso realismo e impressionismo, realizzata sempre nell’ambito del Forum, con l’ausilio tecnologico del distretto Databenc della Fedetico II, nel Convento di San Domenico fino al 31 gennaio, a cura di Isabella Valente. Approfondimento di un contesto artistico ulteriormente sviluppato  dalla mostra in corso in Castel dell’Ovo fino al 10 gennaio L’Italia intatta di Gennaro Della Monica, sulla produzione pittorica di un’artista napoletano-abbruzzese del medesimo periodo storico.

Il Natale a Napoli sarà infine occasione speciale per fruire di numerose altre interessanti esposizioni visitabili in tutta la città grazie all’operosità di tanti organizzatori pubblici e privati.

LASCIA UN COMMENTO