Notizie da Nola.

0
100

Bonifica area antistante il cimitero di Nola – Precisazioni del sindaco

“Avranno inizio nei prossimi giorni le operazioni di bonifica dell’area antistante il cimitero di Nola”,  lo specifica il sindaco di Nola Geremia Biancardi che aggiunge: “I rifiuti che si trovano nella zona sono quelli che noi siamo obbligati a rimuovere dagli alvei per preservare l’incolumità dei cittadini in occasione delle avversità meteorologiche”.

“La rimozione dei rifiuti – aggiunge il sindaco – è un’operazione che per legge deve sottostare ad un lungo iter che parte dalla caratterizzazione del materiale stoccato e finisce con la gara d’appalto, il tutto sempre in ossequio alla tutela dell’ambiente e della salute della comunità” .

Parco urbano archeologico, inaugurato alla presenza di Caldoro

Il presidente della giunta regionale Stefano Caldoro ha partecipato alla cerimonia di apertura dell’area archeologica del parco urbano realizzato nell’area dell’ex palestra Carducci di Nola

Dopo la benedizione del sito da parte del vescovo di Nola, Beniamino Depalma  sono seguiti gli interventi del progettista architettonico Ferruccio Izzo, del sindaco Geremia Biancardi, del presidente della Provincia di Napoli Antonio Pentangelo e del presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro.

Terra dei fuochi, controllo satellitare e piante anti – inquinamento. Il sindaco Biancardi: “ Interventi innovativi per la tutela dell’ambiente”. Dalla Regione ok al progetto presentato da Nola e Saviano

 

Terra dei fuochi: la Regione finanzia con 400mila euro il progetto del Comune di Nola. Le risorse saranno destinate ad attività di controllo  e tutela ambientale ed interesseranno il territorio di Nola e quello di Saviano, comune con il quale è stato presentato il progetto redatto dall’Agenzia di sviluppo dell’area nolana.

“Aladeja per terra madre”, il nome scelto per rispondere all’avviso pubblico della Regione e per concorrere all’attribuzione dei fondi che, complessivamente, ammontano a 7milioni di euro. Per ottenere la riqualificazione delle aree interessate da sversamenti illeciti si sperimenterà la tecnica della fitodepurazione e della filtrazione, suggerita dalla facoltà di Agraria della Federico II il cui preside, Paolo Masi, ha sottoscritto con l’Agenzia di sviluppo, un protocollo d’intesa.Un sistema di videosorveglianza con la possibilità di accesso al rilevamento  satellitare, oltre che un corpo di vigilanza formato ad hoc, completano l’iniziativa che vale 400mila euro.

“La promozione del nostro progetto – ha commentato il sindaco Geremia Biancardi –  testimonia ancora una volta la sinergia istituzionale di intenti tra la Regione, attenta a valorizzare il nostro territorio, ed il Comune pronto a rispondere con proposte concrete e soprattutto innovative”.

LASCIA UN COMMENTO