Pasta in spiaggia, successo oltre ogni aspettativa a Nerano.

0
79

Superando la scenda edizione annuale di “Pasta in spiaggia”, ha segnato il passo verso l’evento 2018, come confermato da “Consorzio Pasta di Gragnano Igp” con il suo presidente Giuseppe De Martino ed il suo direttore Maurizio Cortese e da “AmoNerano” consorzio del quale è presidente Mariella Caputo, titolare del Risto – hotel “Taverna del Capitano”.

Questa seconda edizione ormai collaudata e consolidata rispetto alla precedente dello scorso anno, ha offerto in primis il successo a AmoNerano di promuovere l’eccellenza della pasta e cucina mediterranea, promuovendo così le attività dirette a favorire la scelta del territorio di Nerano e Marina del Cantone, quale area turistica e di ben-essere. Un benessere che proposto in un territorio come quello di Marina del Cantone, “cuore” del mare delle Coste d’ Amalfi e Sorrento, al centro del triangolo d’oro, con Positano su un lato, Napoli dall’altro e l’incantevole isola di Capri di fronte, che se visto con elicottero diviene un paradisiaco ricordo indelebile, può rappresentare un indimenticabile evento da non perdere il prossimo anno.

A documentare e riproporre le immagini dei 13 chef, di altrettanti ristoranti di Nerano, che hanno cucinato “live” sulla spiaggia di Marina del Cantone, con 13 organizzate postazioni ed a ciascuna assegnato un formato di pasta dei Pastifici di Gragnano, che gli intervenuti alla serata hanno potuto gustare, anche se non vissuto da tanti in prima persona, potrà essere apprezzato attraverso le riprese che i drone hanno effettuato per sugellare questo indimenticabile evento. Non è stata una competizione, ma una grande festa dedicata al territorio, alla pasta e cucina mediterranea dell’estate ed ai sapori di orto e di mare che rendono unica la Penisola Sorrentina nel mondo, promuovendo la costa delle Sirene e un prodotto di eccellenza della Campania.

L’internazionalizzazione dell’evento, che mira a successi ancor più ampi è stata decretata anche dalla presenza di una star mondiale delle chef, la statunitense Hope Cohen, che ama Nerano e la pasta di Gragnano.

A questo si unisce la missione del professor Antonio Giordano, presidente della Sbarro Health Research Organization di Philadelphia, uno degli oncologi più importanti del mondo, nonché Prof. al Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Neuroscienze dell’Università di Siena, che ultimamente ha ricevuto l’incarico di “Ambasciatore della Pasta di Gragnano nel mondo”.

Ovviamente questo, come tutti i grandi eventi che desiderano ottenere una risonanza mondiale, hanno bisogno di essere curati da un indiscusso promotore della comunicazione ed all’uopo è stata scelta la BC Comunication, creata e diretta dalla giornalista Brunella Cimadomo, che in quest’occasione, come in tantissime da lei curate, con grande professionalità, in prima persona, attenta in tutti i particolari che possano garantire ai giornalisti di poter svolgere al meglio il proprio lavoro, per poter poi esprimerlo attraverso il proprio operato, ha curato l’ufficio stampa della kermesse.

Impressione positivissima sulle tante fonti di informazione giunte per l’occasione a Nerano è stata espressa anche da chi oltre ad occuparsi di comunicazione come inviata di “Napoli Flash” è una valida organizzatrice di importanti momenti che il territorio campano, e non solo, vive attraverso quel che personalmente crea e realizza e parliamo della solare Romina Sodano, altra persona determinata al successo nello svolgimento di compiti che assume, ben apprezzata anche come conduttrice. Soddisfattissimi della riuscita di “Pasta in Spiaggia 2017” si son detti: Mariella Caputo che ha affermato “abbiamo senza dubbio migliorato la precedente edizione disponendo meglio le postazioni ristorative ed anche mettendo un ticket di 10€ che permette di gustare 10 specialità di pasta elaborate dai ristoranti in spiaggia, cosa che ha meglio permesso a tanti di godere di queste prelibatezze. Per il prossimo anno contiamo di apportare altre modifiche per cercare di ridurre le attese in fila, questo anche perché abbiamo notato il sensibile aumento di presenze rispetto alla prima edizione”.

Giuseppe Di Martino ci ha detto ”occorrerebbe più spesso lasciare il lavoro d’ufficio per venire a Nerano e godersi paesaggio ed aria meravigliosa, che con la straordinaria cucina, celebrano il nostro lavoro quotidiano. La nostra pasta, essendo un Igp, offre al consumatore la sicurezza di un prodotto che vanta un disciplinare riconosciuto dalla Comunità Europea, che è a trafila di bronzo, prodotta con l’acqua di Gragnano pura e perfetta per l’impasto, che è asciugata in una certa maniera, che ha 13 proteine e che rimane al dente solo per la sua materia prima, il suo capitolato ed è in più pasta fatta dove da 2000 anni si parla di pasta e da 5 secoli c’è la certezza che c’è stata produzione di pasta”.

Concludendo Maurizio Cortese dice “Veramente la pasta di Gragnano e questo posto, hanno dimostrato d’essere un matrimonio perfetto, reso ancor più felice con le sue tante eccellenze enogastronomiche. Si è solo all’inizio perché come si suol dire questi elementi sono il nostro petrolio per nuove mete di successi della Campania in Italia e nel mondo. Vedere lunedì sera, tanta gente in fila per gustare un piatto di pasta, penso sia un indiscutibile e grandissimo successo. I ristoranti che aderiscono al Consorzio Amo Nerano abbinati ai pastifici del consorzio, da me diretto, della pasta di Gragnano, hanno sostenuto questo impegno non facile per promuovere territorio e suoi prodotti e noi tutti con me in prima persona, ripartiamo sin da ora per offrire ancor più ed ancor meglio, perché nella vita occorre sempre migliorare, anche in base alle esperienze fatte, quel che riteniamo possa essere un volano di sviluppo commerciale, economico e di occupazione lavorativa per il nostro Paese”.

Ad allietare la serata, che si è protratta fino a notte inoltrata, tra sfrenati balli e danze in spiaggia, ci ha pensato l’affascinante formazione della “Swing Band – Mario Generali Music Entertainement” di Massa Lubrense, con le sue sonorità tipiche del jazz. Un repertorio swing standard, bossa nova e brani pop arrangiati in chiave jazz interpretato dalla voce coinvolgente di Paola Forleo, con Mario Generali a pianoforte, Giacomo Buffo al basso, Catello Imparato alla batteria e Alfredo Impagliato al sassofono.

LASCIA UN COMMENTO