Protezione Civile e opere pubbliche, dalla Regione per un totale di 15 milioni di €. L'Assessore Cosenza: ora i Comuni non hanno più alibi, i lavori vanno terminati entro la fine del 2015.

0
76

LOCARNO: PANNONE, POLITICA INERME SU ALLARME VESUVIOSono stati pubblicati sul Burc 5 nuovi decreti di ammissione a finanziamento per opere pubbliche per un valore complessivo di 10 milioni 200mila euro.”

Lo rende noto l’assessore ai Lavori pubblici della Regione Campania Edoardo Cosenza.

“Gli interventi – ha detto Cosenza – riguardano importanti opere infrastrutturali e stradali. In particolare, 1 milione 928mila euro serviranno alla sistemazione funzionale e al miglioramento della strada di collegamento tra le marine di Meta di Sorrento e Alimuri; con 2 milioni 476mila realizziamo le infrastrutture complementari allo sviluppo degli itinerari turistici locali di Roccagloriosa; con 1 milione 900mila euro si restaura il conservatorio del castello ducale e si realizza il museo civico di Sessa Aurunca; con 2 milioni 400mila euro interveniamo nel borgo di Santa Lucia al centro storico di Vico Equense e con 1 milione 527mila euro completiamo la struttura polivalente dedicata al benessere fisico nel comune di Parolise, in provincia di Avellino.

“Questi ulteriori decreti – ha ricordato Cosenza – si aggiungono a quelli di ammissione a finanziamento firmati dai dirigenti di ciascun Assessorato attraverso la stessa misura generale di accelerazione della spesa che sta caratterizzando la Campania per una grande azione di investimenti pubblici. A seguito della pubblicazione dei decreti i Comuni potranno far partire subito le gare per la realizzazione delle opere.”

“Abbiamo finanziato i piani di emergenza per 460 comuni con 15 milioni di euro. Ora i sindaci non hanno più scuse, devono farli”. Lo ha detto l’assessore alla Protezione Civile della Regione Campania, Eduardo Cosenza in merito ai piani di emergenza sul rischio vulcanico in Campania.

“I sindaci – ha spiegato Cosenza -grazie al finanziamento dei piani di emergenza, il cui decreto è stato firmato ieri, 460 comuni della Campania sono ora in condizione di provvedere ai piani”.

 

LASCIA UN COMMENTO