Quando fai le curve, falle sempre in seconda, il maestro orafo Bruno Villani presenta il suo primo romanzo al Salotto Primavera Arte mercoledì 10.

0
76

copj170.aspIl primo romanzo di Bruno Villani, maestro orafo, scultore e scrittore  “Quando fai  le curve, falle sempre in seconda” edito da Kairos edizioni  sarà presentato al Salotto Primavera Arte il giorno 10 dicembre alla Libreria per  tutti  “Io ci sto”  in Via Cimarosa  20  adiacente la funicolare di Piazza Fuga al Vomero.

“Quando fai le curve, falle sempre in seconda” è l’una del pomeriggio di un giorno di piena estate. Il caldo è soffocante, asfissiante. Ci troviamo nel reparto di ginecologia dell’Ospedale Santissima Annunziata, quartiere Pendino al limite con il quartiere di Forcella, pieno centro della città di Napoli. Nel corridoio e nelle camere del reparto di ginecologia le finestre e i balconi sono tutti spalancati ma nonostante ciò non soffia un alito di vento. Tutti, degenti e sanitari, cercano, senza muoversi per non sudare e senza fare rumore, per non sprecare energie, un modo alternativo o uno spiffero di vento per arieggiarsi. Il reparto è deserto, surreale, si vede in lontananza l’alone del caldo che si solleva dal pavimento…. Dalla strada sottostante giungono gli odori dei cibi, facendone immaginare anche i sapori, una tortura per le partorienti… In una di queste camere, sempre affollate, soggiorna tra le altre una bella fanciulla di 18 anni alta circa 1.65, dal bel viso spigoloso con capelli neri come la pece, occhi grandi e neri che rispecchiano tristezza e paura, e con un fisico sottile ma un pancione in procinto di esplodere. Boccheggiando si alza da sola dal letto, nonostante le sue compagne di stanza le consiglino di stare sdraiata e a riposo, e barcollando esce dalla stanza dirigendosi verso i bagni per rinfrescarsi un po’ e trovandosi lì vuole adempiere anche ai suoi fabbisogni fisiologici. È proprio nel momento in cui si siede sulla tazza che si accorge che il suo primo e unico figlio sta per nascere…  Il bambino che nasce è il protagonista di questa storia. Leggendola vivremo con lui la sua infanzia, la sua adolescenza, la maturazione. Ci porterà attraverso una Napoli magica, arcana. Visiteremo altre città, altre vite.  Ci affacceremo in altre culture e religioni, vivremo il suo amore e l’evolversi del suo dono. Durante questo cammino accadrà qualcosa che cambierà il suo futuro e la sua vita non sarà più la stessa.

salotto ilvaIl Salotto Primavera Arte da tempo è un punto di riferimento per tutti coloro che amano la cultura e l’arte tutta e promuove  nella biblioteca B.Croce periodicamente incontri culturali invitando artisti vari per la presentazione di libri, mostre d’arte, nonché momenti  musicali, ottenendo un notevole consenso.

E’ il primo incontro culturale che il Salotto Primavera Arte realizza nella libreria “Io ci sto “, la libreria di tutti  sostenuta da coloro che amano la cultura e l’arte, inaugurata a giugno, a seguito delle chiusure di caffè letterari e librerie nel territorio.  In soli sei mesi  “Io ci sto” è diventata una bellissima realtà e offre servizi culturali che affiancano alla vendita dei libri, eventi, presentazioni, ed ha creato uno spazio confortevole in cui tutti possono leggere, parlare delle proprie letture, confrontarsi con gli autori o con altri lettori, vivere a pieno il mondo dei libri.

Il 10 dicembre  alle ore 17.30  saranno esposte opere degli artisti: Nadia Basso, Giuseppe Tuzzi,  Silvia  Iuliucci,  Frank Dedo, Bruno Spagnolo, Susy Provenzale,  Annamaria Forte, Antonella Della Volpe e Raffaele Letizia.

iLVAAlle ore 18.00 Ilva Primavera presenterà il Salotto e gli interventi dedicati alla poesia con Elena Varriale, Argia Di Donato, Luciano Galassi, Giovanni Baiano, Franco Scollo; alle ore 18.30 introdurrà la presentazione del libro  “Quando fai  le curve, falle sempre in seconda” nonché i relatori la Dott.ssa Anna Cigliano e la Dott.ssa Cinzia del Giudice.

Al termine dell’incontro culturale Ilva Primavera, accompagnata dalla fisarmonica del musicista Angelo Mosca, eseguirà un intervento canoro di alcuni brani classici napoletani.

LASCIA UN COMMENTO