Risorsa mare, al via il Premio Nettuno, una kermesse per rilanciare la Costa Vesuviana, sabato 24 a Torre Annunziata.

0
145

Una kermesse per riportare il mare e la sua valorizzazione al centro del dibattito pubblico non solo a Torre Annunziata, ma in tutta la fascia costiera vesuviana. E’ questo lo spirito che ha spinto il Lido Nettuno ad organizzare il “Premio Nettuno”, una manifestazione divisa in diverse categorie tutte legate da un unico filo conduttore: il mare che bagna le coste delle città dell’area. 

Il mare infatti rappresenta la maggiore risorsa di questo territorio: tutelarlo e valorizzarlo significa dare un impulso determinante alla crescita non solo delle città della costa, ma all’intera area a sud del capoluogo. Gli sforzi fatti in questi anni dalle istituzioni e autorità competenti, per il disinquinamento e per riportare la balneabilità sono un punto di partenza, non certo d’arrivo. E il premio Nettuno vuole dare il proprio contributo in questo percorso, attraverso una manifestazione pubblica.

L’evento verrà presentato sabato 24 ottobre, alle ore 20:00, presso il Lido Nettuno di Torre Annunziata, in via Marconi, a margine della festa in onore di Maria SS. della Neve. Prima dei tradizionali fuochi pirotecnici che chiudono i festeggiamenti patronali infatti, i cittadini, la stampa e le autorità civili, militari e religiose, sono invitate, presso la struttura balneare per la presentazione del Premio.

La manifestazione sarà articolata in diverse serate che si terranno al lido Nettuno nel periodo maggio, giugno, luglio 2016. Quattro le categorie principali: teatro, chef, moda, scuole.

“Per la sezione chef – spiega Francesco Sequino, presidente del comitato promotore – sarà dato ampio spazio alla creatività dei maestri culinari che dovranno realizzare piatti a base di pesce o frutti di mare. Per l’occasione verrà anche ideato un nuovo formato di pasta, il tridente oplontino che farà la sua uscita pubblica proprio durante la kermesse. La sezione chef vedrà in gara sia cuochi professionisti, che giovani studenti degli istituti alberghieri della provincia. Per la sezione scuola invece – prosegue Sequino – gli studenti gareggeranno presentando lavori didattici dove devono trattare il tema della balneabilità e dell’inquinamento del nostro mare. L’obiettivo è far capire ai ragazzi che il mare è una risorsa fondamentale per il futuro della loro città. Spazio alla creatività anche per la sezione moda dove gli studenti e le studentesse dell’Istituto Graziani porteranno in scena in anteprima i capi più belli”. Il Premio avrà una sezione dedicata al teatro, in collaborazione con la FITA (Federazione Italiana Teatro Amatoriale) oltre a diverse serate dedicate alla letteratura, alla musica e al cinema. Spazio anche al confronto tra istituzioni: diverse le tavole rotonde che verranno organizzate per consentire a sindaci, comandanti delle capitanerie e rappresentanti delle istituzioni di confrontarsi sul delicato tema dell’inquinamento e del recupero della risorsa mare.

LASCIA UN COMMENTO