Il teatro entra in libreria, Antonella Morea racconta Riccardo Pazzaglia giovedì 5 a iocisto.

0
140

Giovedì  5 novembre 2015 a iocisto #lalibreriaditutti in Via Cimarosa 20 (Piazza Fuga) , alle 20:00, proseguono gli incontri con attori e autori de “Il teatro tra le righe”, una rassegna a cura di Tiziana Beato che  porta le opere e gli autori teatrali in libreria in un modo nuovo: Il progetto nasce infatti dalla volontà di far conoscere ai lettori il ‘testo teatrale’ contemporaneo nei dettagli, nei particolari non detti.

Degli  incontri/recital  in cui gli attori si cimenteranno in un omaggio all’autore da essi stessi prescelto e  in un dibattito aperto con il pubblico. Questo incontro ha come ospite d’onore Antonella Morea che racconterà  Riccardo Pazzaglia.

Riccardo Pazzaglia napoletano della Sanità, attore che sentiamo nostro, in realtà è considerato uno dei più noti scrittori umoristi italiani. E’riuscito ad essere al centro del mondo della musica, del teatro e del cinema italiano pur non amando apparire.

Il suo massimo momento di celebrità lo ha vissuto accanto a Renzo Arbore nei panni del filosofo di “Quelli della notte”, dove si ritagliò un ruolo tutto speciale con l’invenzione del ”Brodo primordiale” e con un gesto, rimasto nella memoria, per indicare che la qualita’ della conversazione stava scendendo sotto il livello di guardia.  Nella musica è stato uno dei più fertili autori di Domenico Modugno per cui ha scritto da canzoni satiriche come “io mammera e tu” a brani indimenticabili come “Meraviglioso”. E proprio dal sodalizio Pazzaglia-Modugno viene fuori una delle sue opere più importanti: “Cyrano”, l’anno è il 1978 e Pazzaglia traduce il celebre testo di Rostand aggiungendo balletti originali e canzoni.

Antonella Morea attrice formatasi alla scuola del maestro Roberto De Simone, è anche cantante mezzosoprano-contralto,  con Pazzaglia anche bello spettacolo “brodo primordiale” ci porterà per mano nella vita e nelle opere di quello che si autodefiniva un “ironico osservator”.

E’ preferibile la prenotazione scrivendo a iocistolibreria@gmail.com

LASCIA UN COMMENTO