La Turchia e le sue opportunità di business per le PMI campane spiegate da Unicredit e Camera di Commercio di Napoli.

0
53

Napoli Camera del CommercioLa Turchia, con una popolazione di 80,6 milioni di abitanti e con una crescita del PIL che nel 2013 è stata pari al 4% e che anche per il 2014 registrerà una espansione del 3,3%, e con una crescita stimata nel 2015 del 4%*, costituisce un bacino fortemente attrattivo per le imprese che vogliono diversificare il proprio business sui mercati esteri.

Il Paese turco risulta anche tra i principali partner commerciali delle imprese della provincia di Napoli e della Campania. Nei primi sei mesi del 2014, infatti, le esportazioni della Campania destinate al mercato turco sono state di oltre 42 milioni di euro, in aumento del 2% rispetto al corrispondente periodo del 2013. Nello stesso arco temporale, le vendite della provincia di Napoli dirette in Turchia sono state superiori ai 19 milioni di euro, in calo del 4% rispetto al primo semestre 2013. Sempre tra gennaio e giugno 2014, le importazioni della Campania dalla Turchia sono state di quasi 158 milioni di euro, in calo del 3% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Per quanto riguarda invece la provincia di Napoli, l’import è stato di quasi 76 milioni di euro, in flessione del 22% sul primo semestre 2013**.

Proprio allo scopo di supportare le imprese campane e della provincia di Napoli ad intercettare le opportunità di crescita verso la Turchia, UniCredit, in collaborazione con la Camera di Commercio di Napoli, ha organizzato oggi il “Forum Turchia”, che si è svolto presso la sede della Camera di Commercio di Napoli, in Piazza Borsa a Napoli.

L’iniziativa, a cui hanno preso parte rappresentanti di oltre 40 aziende della provincia di Napoli, ha avuto lo scopo di illustrare agli imprenditori presenti come sviluppare la propria attività verso mercato strategico per dimensioni, collocazione geografica e predisposizione verso i prodotti italiani

Dopo i saluti iniziali di Pasquale Gentile, consigliere CCIAA Napoli e di Franco Felici, Vice Regional Manager per il Sud Italia di UniCredit, sono seguiti gli interventi di Esra Gulfidan, Political Risk & Country analysis di UniCredit, che ha illustrato lo scenario politico-economico del mercato turco e di Nicola Longo Dente, Head of International & Multinational Banking di YapiKredi, che si è focalizzato invece sulle opportunità di inserimento nel mercato turco per le aziende del territorio.

Ha chiuso i lavori Paolo Quattrocchi, Partner dello Studio Legale Associato NCTM, che ha illustrato gli elementi di attrattività e di criticità del mercato giuridico turco.

logounicreditLa Turchia è oggi la 18ma economia mondiale ed è un mercato caratterizzato da notevoli potenzialità di crescita e rappresenta uno dei principali mercati di sbocco per molte eccellenze del territorio campano, come le aziende del settore della meccanica e del tessile – ha detto Franco Felici, Vice Regional Manager per il Sud Italia di UniCredit. Nel 2013 infatti, i settori trainanti per le esportazioni campane in Turchia sono stati i mezzi di trasporto, per quasi 37 milioni di euro, e i prodotti tessili (abbigliamento, pelli e accessori), per quasi 21 milioni di euro. La Turchia, quindi, rappresenta un Paese fortemente attrattivo per quelle aziende del nostro territorio che vogliono espandere il proprio business sui mercati esteri e può costituire un trampolino di lancio ideale per il loro sviluppo internazionale. Con l’incontro di oggi abbiamo voluto offrire agli imprenditori un corredo di informazioni ampie, oggettive e qualificate, così da arricchire il loro bagaglio di conoscenze e favorire il processo di internazionalizzazione nel Paese, anche grazie al supporto di UniCredit che è presente in Turchia con la banca Yapi Kredi”

 logocameranapoliLa Turchia – ha affermato il consigliere della Camera di Commercio di Napoli, Pasquale Gentile – insieme a quelli della sponda Sud del Mediterraneo, rappresentano aree dove il clima di affari per i prossimi anni può sicuramente migliorare. La scelta strategica di puntare sull’internazionalizzazione è motivata anche e soprattutto dai dati confortanti che arrivano dalle fonti statistiche  ufficiali: secondo le rilevazioni provenienti dal sistema statistico camerale – ha aggiunto Gentile –  l’unico dato positivo in assoluto è rappresentato proprio dall’export. E nei primi sei mesi del 2014 l’export delle imprese campane verso la Turchia in particolare, fa registrare numeri interessanti. Siamo impegnati favorire l’export verso i mercati stranieri delle nostre imprese azionando anche la leva del credito consapevoli che, con la crisi internazionale ancora in atto, lo sbocco verso nuovi mercati rappresenta un passaggio fondamentale e spesso rischioso soprattutto per le piccole e piccolissime imprese che vogliono allargare il loro raggio di azione e di business”.

LASCIA UN COMMENTO