Al via il “Master Cup Pizza”. Chiusa una grande kermesse della pizza è già pronta un'altra

0
35

IMG_9726Si è da poco conclusa l’undicesima edizione del Pizza World Cup che l’Unione Europea Pizzaiuoli Tradizionali e Ristoratori annualmente organizza, e già è pronto un altro grande appuntamento di gare per l’U.E.P.T.e R. .

Una nuova gara, aperta a tutti coloro che vorranno iscriversi, Istruttori, Allievi e Pizzaiuoli Professionisti, il “MASTER CUP PIZZA”, è pronta per martedì 25 a TITO (Potenza), presso la Sala Ricevimenti, Sole e Luna, Via Antonio Segni. I pizzaiuoli scenderanno in campo per gareggiare nelle seguenti batterie: Spaghetto d’Oro – Margherita D.O.C. – Calzone D.O.C. – Sapori del Sud – Innovativa – Pala – No Glut – Dessert -.Freestyle – Margherita scenografica – Pizza larga.

Tornando all’evento dell’XI Pizza World Cup, da poco conclusosi i successi del Prof. Cav. Alfredo Folliero si sono consolidati perché la kermesse che l’UEPTeR da lui presieduta ha visto chiudere i battenti, con un successo in numero di partecipanti alla competizione che ha superato le aspettative dell’organizzazione ed ha riscosso gli applausi del pubblico nel corso delle tre giornate di gara ed ancor più nella serata finale dedicata alle premiazioni.

A precedere il momento clou dell’ultima giornata di gara ed a tenere ulteriormente ansiosi i pizzaioli che ovviamente desideravano, al più presto, scoprire i nomi dei vincitori delle varie gare, fra gli applausi del pubblico, gli intervenuti hanno potuto godersi la sfilata di splendidi abiti e costumi.

Giovani modelle hanno indossato ed esaltato le creazioni della stilista Mariaelena Duenas, che ha proposto le “FANTASTICHE” in collaborazione con Barbara Calvetti, il tutto magistralmente diretto dall’organizzatore di questo momento-evento Fabrizio Pacifici direttore di “EventiRoma.com” che ha anche accompagnato sul palco l’attrice napoletana Elena Russo madrina della manifestazione.

IMG_9753Il Pizza World Cup organizzato dalla società Follie Production di Augusto Folliero, al Palacavicchi di Roma, ha registrato anche la presenza dell’ex ministro delle Politiche Agricole Alfonso Pecoraro Scanio, che ad inizio serata nel suo intervento ha inteso esaltare la Pizza come “piatto più conosciuto nel Pianeta” ed ha assicurato una continuazione di sostegno alle iniziative da lui intraprese nel corso del suo mandato a responsabile di quel ministero e che spera di portare avanti in veste di presidente UniVerde, per proseguire il grande lavoro svolto dall’ancor precedente ministro dello stesso dicastero Gianni Alemanno che per primo nel 2004 riuscì a fare pubblicare sulla G.R.I. il disciplinare per la pizza S.T.G.

Altro momento clou della serata è stata la presenza straordinaria, come ospite d’onore, dell’attrice, poetessa Susanna Mendoza che ha recitato un brano dal suo libro di poesie “I Poeti Napoletani” edizioni Loffredo, ricevendo scroscianti applausi dal pubblico al quale è riuscita a trasmettere grandi emozioni e partecipazione.

Come per le precedenti edizioni dell’evento che rappresenta la prima stella dei numerosi che l’Unione Europea Pizzaiuoli Tradizionali e Ristoratori organizza ogni anno, la vitalità dei giovani e l’interesse verso l’instradamento degli stessi ad una migliore conoscenza professionale che ne esalta i loro studi è stata espressa dalla presenza degli allievi dell’Ipssar Alessandro Volta di Patti (ME).

I giovani siciliani hanno partecipato in memoria del gestore circuito istituti Giovanni Raineri accompagnati dal preside Carmelo Merenda e dai docenti Carmela Giovenco, Selene Bonvegna, Patrizia Leonardi, dal direttore Antonino Calabria e dal dott. Michele Benenati. Come per gli altri campionati che il grande esperto Prof. Cav. Alfredo Folliero organizza con la collaborazione oltre che del figli Augusto, anche della moglie Flavia, il figlio Mario Amedeo e delle figlie Tiziana e Daniela, la manifestazione si è svolta nel migliore dei modi.

Quest’anno però le giornate di gara e la serata finale hanno avuto un tocco in più per la presentazione di questi momenti che sono stati affidati al noto conduttore Enzo Calabrese, il quale dopo una vera e propria maratona di presentazione di pizze, pizzaiuoli, giurati ed altro comprese tante notizie sul prodotto pizza, del quale è anche un esperto conoscitore storico, ha registrato un record nei tempi di presentazione e premiazione di vincitori e personaggi intervenuti rendendo molto piacevole ed interessante questi momenti.

L’esperta giuria che ha avuto come presidente Flavia Ferraro, discepolo di Auguste Escoffier, ed altri noti nomi come Umberto Fornito pluricampione mondiale dell’STG ed altre categorie di pizze, il maestro Gaetano Fazio noto nel mondo per le specialità di pizze e ristorazione che produce nel suo omonimo ristorante a Ischia, il giornalista enogastronomo e Prefetto per la Campania dell’Accademia Italiana di Gastronomia Storica Giuseppe De Girolamo, Enrico Bianchini per Creanews eventi, Evandro Taddei Maestro pizzaiuolo, gli chef Nicola Ricci e Mariagrazia Pisterzi ed altri, ha dopo una tre giorni di degustazioni decretato i vincitori delle varie categorie che sono:

Anzitutto il titolo di Campione del Mondo 2014 del Pizza World Cup che Follie Production di Augusto Folliero con suo padre, il Prof. Cav. Alfredo Folliero presidente U.E.P.T.eR. organizza, è stato conquistato da Alessandro Ceci.

Il super campione di Pizza World Cup 2014, Alessandro Ceci è titolare della Pizzeria Zeb con sede in Via Giuseppe Garibaldi, 126 a Frosinone.

Non è stata l’originale presentazione della pizza, portata su una carriola con al fianco una botticella di vino e servita alla giuria in un modo esemplare nelle varie discipline per le quali Ceci ha gareggiato, cosa che pur conta, ma una Pizza veramente con la “P” maiuscola, con il suo solito impasto molto digeribile abbinato a condimenti saporiti e di grande qualità, che hanno portato alla super vittoria di Campione del mondo della Pizza 2014 Alessandro già protagonista di tanti trofei ai campionati di pizza a livello nazionale ed internazionale.

Altro interessante riconoscimento per lo School contest spaghetto d’oro è stato attribuito all’Istituto alberghiero Alessandro Volta di Messina.

Per le altre categorie si sono piazzati, rispettivamente nelle tre prime posizioni, per la:
Margherita doc- il napoletano Ernesto Parziale (con la sua pizzeria ad Anzio), nipote del grande maestro piazzaiuolo Pasquale Parziale, laureatosi a Salsomaggiore nel 2006 ”Campione del mondo della Pizza STG”, seguito da Cuono Pannella e dal napoletano Luigi Cacialli, figlio di uno dei più grandi maestri pizzaiuoli che la storia di questo alimento ha avuto.

Marinara- Lorenzo Carletti (Viterbo), secondo Alfredo Petriconi, terzo Giovanni Giorgio.
Calzone doc- Hiroyuki Yamamoto (Giappone), secondo Elhajjaoui Nizar, terzo Giuseppe Capuano.
Calzone fritto- Claudio Vicanò (Roma), secondo Alfonso Cosentino, terzo Francesco Vitiello.
No glut- Antonio Sacco (Trento), secondo Stefano Di Michele, terzo il salernitano Alfonso Esposito.
Innovativa- il casertano Domenico Caserta residente a Ostia, secondo Ciro Urzitelli, figlio d’arte del gran maestro pizzaiulo Salvatore pluricampione in numerose competizioni e campione mondiale di pizza acrobatica, terzo Silviu-Ionel Monteanu.
Dessert- Claudio Santarsiero (Potenza), secondo Lucia Murgo bellissima pizzaiola di Manfredonia, terzo Angelo D’Alessandro.
Teglia- Antonio Trivento (San Severo), secondo Angelo Stefano D’ Auria, terzo Leonardo Ceci.
Pala- il salernitano Aniello Rovezzo, secondo Marco Degli Schiavi, terzo Alfredo Petriconi.
Spaghetto d’Oro – Gianluca Passetti campione europeo del Pizza Pergola), già vincitore dell’European Cup 2014 e noto per il suo ristorante-pizzeria “Il Gatto e la Volpe” a Pergola (PU) oltre che per essere Ambasciatore con il suo ristorante dell’Accademia Italiana di Gastronomia Storica, secondo Salvatore Numelli, terzo Angelo D’ Alessandro.
Toro meccanico- Domenico Caserta (Ostia), secondo Antonio Trivento, terzo Onofrio Cafora.
Pizzeria fantasia locale- Luigi Fucci, pizzeria Anema e Core (Andria), secondo Alessandro Ceci, terzo Silviu-Ionel Monteanu.
Sapori del sud- Claudio Lentisco di Battipaglia, secondo Onofrio Cafora, terzo Marco Degli Schiavi.
Margherita scenografica- Marco Mansi, il giovane pizziolo ischitano che nell’isola verde riscuote grandi successi per le sue squisite e fragranti pizze, secondo Marco Di Pietro, terzo Claudio Vicanò.

Fuori in 120 secondi- il napoletano Salvatore Urzitelli, maestro pizzaiuolo detentore di numerosi trofei vinti per la sua professione di esperto pizzaiuolo, componente della nazionale italiana dei pizzaioli acrobatici e titolare della famosa pizzeria “Add’ò Guaglione” in Via Consalvo, a Fuorigrotta-Napoli.

Se fra i primi classificati abbiamo notato tanti nomi famosi, come vincitori, dobbiamo dire che anche fra i secondi e terzi ce ne sono altrettanto noti.

LASCIA UN COMMENTO