Immigrazione e sicurezza, affondo di De Luca sul Pd: imbecilli. Martina: smetta di insultare.

0
138

Da giorni ripete che “le bande di nigeriani occupano il territorio” e che le forze dell’ordine devono fare di più contro la criminalità legata all’immigrazione.

Sabato il governatore della Campania Vincenzo De Luca è passato dalle parole ai fatti, bloccando personalmente un nigeriano che stava entrando in un supermercato a Salerno.

De Luca stava percorrendo via Quaranta, a bordo dell’auto di servizio, quando ha visto l’immigrato 28enne entrare nel supermercato. Ritenendo che il suo atteggiamento fosse sospetto ha fatto fermare la vettura, è sceso e lo ha raggiunto, chiedendogli cosa stesse facendo. Poi ha fatto chiamare i vigili urbani che hanno portato via l’uomo, privo di documenti, per ulteriori controlli. Si tratta di un incensurato, privo di permesso di soggiorno e ospite in un centro di accoglienza: in zona viene visto spesso chiedere l’elemosina.
De Luca, da sindaco di Salerno, in più occasioni partecipò in prima persona a operazioni della polizia municipale contro la criminalità nelle strade.

Il governatore ha raccontato il fatto alla Festa dell’Unità di Telese: “Nel Pd ci sono imbecilli, nullità che rappresenano solo la propria ombra. Noi stiamo sputando il sangue, diamo l’anima. Il tema è decisivo, abbiamo fatto della solidarietà. Oggi c’è il peggio. Ora il Pd è una confederazione di correnti. Tema sicurezza decisivo, per le persone normali. Siamo per la solidarietà. Quando arriva una nave con donne torturate e violentate o bambini soli è barbarie non accoglierli, ma è metà del problema. L’altra metà il Pd la ignora : abbiamo pezzi di città occupati quasi militarmente da extracomunitari, bande che spacciano droga, questo problema il Pd lo vede o no. E vuole dire qualcosa si o no? Se io devo scegliere tra i miei figli e il partito scelgo i miei figli. La solidarietà c’entra poco, sono figlio di emigranti che rispettavano le regole. Io voglio che si guardi in faccia alla realtà. I valori da difendere sono lavoro e sicurezza e il Pd non difende né lavoro né sicurezza, ma che vogliamo rilanciare se non parliamo di questo? ”

“No, non condivido e trovo sbagliato che si continui ancora a giocare con le battute, in nessun altro partito sarebbe possibile. Basta. Le donne e gli uomini del PD vanno rispettati, questa è una comunità e se gli si vuole bene certi termini non si usano”.

Così il segretario Maurizio Martina sulle ultime parole del presidente della Regione Campania De Luca che ha dato dell'”imbecille” a quanti nel partito lo hanno criticato per le sue posizioni su sicurezza e immigrazione.
(ANSA).

LASCIA UN COMMENTO