Credito: prestiti in crescita mutui immobiliari in calo.

0
363

da Immobiliare.it

L’ultimo aggiornamento del Barometro Crif (Credito alle Famiglie in Italia), che si basa sulle istruttorie formali avvenute nel mese di dicembre, ha rilevato una crescita complessiva delle richieste di credito: sul fronte prestiti si parla del 5% in più rispetto al 2017; dopo sei mesi di trend positivo, i mutui hanno subìto invece un leggero calo (-0,6%) a causa del ridimensionamento delle surroghe.

Cresce l’importo medio richiesto

Con 9.459 euro, nel 2018 è stato raggiunto il valore medio più alto da quando il Crif ha iniziato ad analizzare le istruttorie di credito. Nel dettaglio, per quanto riguarda i prestiti finalizzati l’importo medio richiesto dalle famiglie italiane è risultato pari a 6.512 euro (+9,2% rispetto al 2017). I prestiti personali si sono attestati su 12.940 euro, cifra in linea con quella rilevata nell’anno precedente. Anche per quanto riguarda i mutui, nel corso del 2018 si è assistito a una ripresa costante dell’importo medio richiesto: questo può essere legato, in parte, al calo delle surroghe, le quali per natura si aggirano intorno a cifre più contenute. A dicembre il valore medio è risultato pari a 130.154 euro, cioè il 2% in più rispetto a dodici mesi prima, mentre su base annuale si è attestato a 127.502 euro.

Mutui oltre i 15 anni

Come nel 2017, anche durante l’anno appena concluso le famiglie hanno richiesto in prevalenza mutui fra i 100 e i 150 mila euro (il 29,3% del totale) con piani di rimborso tra i 16 e i 20 anni (il 25,9%). In calo di 1,8 punti percentuale invece quelli fra i 10 e i 15 anni. Analizzando poi le fasce di età, lo scenario che emerge dai dati del Crif è pressoché stabile rispetto all’anno precedente: sono in prevalenza i 35-44enni a rivolgersi agli istituti di credito (oltre il 35% del totale), ma si nota anche un progressivo aumento delle richieste presentate dagli under 35 (il 27,5%, con un aumento dello 0,4% rispetto al 2017).

Futuro green

Secondo Simone Capecchi, Executive Director di Crif, la novità del 2019 dovrebbe essere rappresentata dai cosiddetti mutui “green” per progetti legati all’efficienza energetica: «Un’opportunità che permetterà condizioni più agevolate di accesso al credito alle famiglie italiane, sostenendo così la crescita del mercato».

LASCIA UN COMMENTO