Ischia libri d’A…mare, da martedì 24 la 20a edizione a Lacco Ameno.

0
287

Nel 1997, grazie al sostegno di un gruppo di imprenditori, nasceva la rassegna culturale Ischia libri d’A…mare. I promotori furono, tra gli altri, Antonio Baldi, Leonardo Carriero, Alessandra De Lorenzo e Domenico De Siano, allora sindaco di Lacco Ameno e oggi Senatore della Repubblica. L’iniziativa ebbe un successo immediato e contribuì a portare sull’isola i nomi più autorevoli della cultura internazionale.

Da allora sono trascorsi vent’anni, e dopo due anni di silenzio, grazie alla sensibilità dell’amministrazione comunale di Lacco Ameno, con a capo il Sindaco Giacomo Pascale e alla Cultura l’assessore Cecilia Prota, e degli imprenditori che l’hanno fondata, la rassegna torna a Lacco Ameno d’Ischia, dal 24 luglio al 10 agosto, con alcuni dei protagonisti della letteratura italiana contemporanea.

Realizzata con il patrocinio del Comune di Lacco Ameno,, la kermesse sarà ospitata tra lo scenario di Piazza Santa Restituta ed i belvedere di alberghi noti al jet set internazionale come il Regina Isabella di Giancarlo Carriero, il Mezzatorre Resort di Alessandra di Lorenzo e il San Montano e Reginella della famiglia De Siano, che ospiteranno grandi nomi del panorama culturale italiano.

Ad inaugurare la XXII edizione della rassegna, mercoledì 24 luglio (Piazza S. Restituta –ore 22,00) Silvana Giacobini autrice di “Albertone” (Cairo) che insieme alla giornalista Titta Fiore e Riccardo Sepe Visconti ripercorrerà la vita artistica e privata di un grande artista del cinema italiano: Alberto Sordi. A quindici anni dalla sua scomparsa, il 24 febbraio 2003, Silvana Giacobini, che lo ha incon­trato da giornalista alle prime armi e poi intervista­to più volte per i settimanali da lei diretti, ricorda il grande attore romano ripercorrendo la sua straor­dinaria vita e raccogliendo le testimonianze di chi lo ha conosciuto da vicino. Racconta della sua fa­miglia, le amatissime sorelle, Aurelia e Savina, e il fratello Pino; degli amori, grandi e piccoli; dei tic e le passioni.

 

Venerdì 27 Luglio (ore 22.00  – Piazza Santa Restituta) la rassegna prosegue con Magdi Cristiano Allam autore di Maometto e il suo Allah (Piemme). Un racconto sconvolgente rivolto a una maggioranza, anche di musulmani, che non sa nulla del fondatore dell’islam o ne ha un’immagine mistificata. I fatti descritti sono conformi a quanto è riportato nei testi ufficiali e, proprio perché i fatti corrispondono a quelli che sarebbero accaduti secondo Maometto, non sono da considerarsi veritieri di per sé.

 

Domenica 29 Luglio (ore 22.00  – Piazza Santa Restituta) Roberto Napoletano autore de Il cigno nero il cavaliere bianco (La Nave di Teseo) e Salvatore Lauro analizzeranno gli anni della grande crisi che ha colpito al cuore l’Italia e l’Europa. Colloqui riservati a tutti i livelli, italiani e internazionali, segreti, rivelazioni scottanti, protagonisti e comparse che si intrecciano come in un romanzo thriller, in cui la posta in palio è altissima e molto reale.

 

Lunedì 30 Luglio (ore 22.00 – Piazza Santa Restituta) Gennaro Sangiuliano autore di Trump (Mondadori) e Salvatore Lauro proveranno a rispondere alla domanda che tutto il mondo si pone: chi è davvero Donald Trump? Lo sprovveduto gaffeur poco avvezzo alle regole della politica o l’eccentrico miliardario che, nell’epoca della post-verità, dice finalmente le cose come stanno? Una serata dedicata alle contraddizioni dell’America di oggi – sospesa tra neoisolazionismo, rigurgiti razzisti e lotta globale al terrorismo – ma anche la grave crisi di sovranità in cui sembrano precipitate le nostre democrazie.

 

Domenica 5 Agosto (ore 22.00 – Piazza Santa Restituta) Alessandro Barbano autore di Troppi diritti. L’Italia tradita dalla libertà (Mondadori) e Gianni Ambrosino daranno vita ad un viaggio nel pensiero di un Paese tradito dalla libertà, in cui nessuna élite ha più il coraggio di dire il vero e di fare i conti con minoranze organizzate sotto la bandiera dei diritti acquisiti. È un’ipertrofia dei diritti ciò che spiega il declino italiano, e ciò che si definisce «dirittismo», è una malattia che esibisce un sintomo ormai sotto gli occhi di tutti: la crisi della delega, ossia la rinuncia a qualsiasi mediazione tra gli interessi di uno o di pochi e quelli di tutto il corpo sociale.

 

Giovedì 9 Agosto (ore 22.00 – Piazza Santa Restituta) Luigi Chiariello e Willy Pasini, autori di Da cuore a cuore (Sperling & Kupfer) Gianni Ambrosino e Gigi Marzullo daranno vita confronto a più voci, un’analisi inedita delle crepe che possono minare la stabilità del nostro cuore, approfondendo le dinamiche cliniche e psicologiche che accompagnano l’individuo alla scoperta delle emozioni più complesse.

 

La rassegna chiude venerdì 10 Agosto (ore 22.00 – Piazza Santa Restituta) con Pinuccio, autore di Trumpadvisor (Mondadori) e Gianni Ambrosino racconteranno  l’immaginario ed esilarante viaggio in Puglia di Trump e dei suoi familiari, tra passioni e clandestini amori, sullo sfondo di calde notti d’estate, tra improbabili incursioni caratterizzate da stereotipi Made in Puglia.

LASCIA UN COMMENTO