Ischia libri d’A…mare, appuntamento con Magdi Cristiano Allam venerdì 27.

0
226

Venerdì 27 Luglio (ore 22.00 – Piazza Santa Restituta) la XXII edizione della rassegna   Ischia libri d’A…mare, realizzata con  con il patrocinio del Comune di Lacco Ameno, prosegue con Magdi Cristiano Allam autore de Maometto e il suo Allah (Piemme).

Un racconto sconvolgente rivolto a una maggioranza, anche di musulmani, che non sa nulla del fondatore dell’islam o ne ha un’immagine mistificata. I fatti descritti sono conformi a quanto è riportato nei testi ufficiali e, proprio perché i fatti corrispondono a quelli che sarebbero accaduti secondo Maometto, non sono da considerarsi veritieri di per sé. Non è pertanto un testo oggettivo sulla vita di Maometto, bensì la rappresentazione della vita di Maometto secondo Maometto. Ci sono fatti realmente accaduti che si sovrappongono alla visione di una realtà inverosimile, talvolta sognata e inventata, spesso manipolata spregiudicatamente per accreditare la sua superiorità sull’insieme dell’umanità quale “Messaggero di Allah”.

«L’errore di noi occidentali – scrive Allam – è legittimare l’islam come vera religione rivelata da Allah come vero dio, da Maometto come vero profeta e dal Corano come vero testo sacro. Questa è la strada maestra della nostra sottomissione».

Nel suo insieme sembra di leggere un romanzo, eppure è questa la realtà in cui credono i musulmani, che sostanzia la loro fede, che ispira la loro spiritualità, che forgia la loro mente, che determina la loro azione. Di conseguenza, è questa la realtà che condiziona la vita di tutti noi, costretti a subire il terrorismo islamico dei tagliagole, di coloro che sgozzano, decapitano, massacrano e si fanno esplodere; il terrorismo del lavaggio del cervello che trasforma i musulmani in robot dell’odio.  I terroristi e i predicatori islamici si sentono investiti della missione di sottomettere l’intera umanità all’islam, perché determinati a ottemperare letteralmente e integralmente a ciò che Allah prescrive nel Corano e a ciò che ha detto e fatto Maometto. Ecco perché è corretto affermare che l’islam si fonda anzitutto su Maometto, in quanto l’Allah del Corano è conseguente a Maometto. L’Allah coranico è una creatura di Maometto, non c’era prima di Maometto, non c’è laddove non si creda in Maometto, e cesserà nel momento in cui non si crederà più allo stesso Maometto che lo ha inventato.

Magdi Cristiano Allam è un giornalista, politico e scrittore egiziano naturalizzato italiano e che si è convertito al cristianesimo nel 2008 con il battesimo ricevuto da papa Benedetto XVI. È stato vicedirettore del Corriere della Sera dal 2003 al 2008. Oggi è editorialista del quotidiano il Giornale.

Domenica 29 Luglio (ore 22.00  – Piazza Santa Restituta) Roberto Napoletano autore de Il cigno nero il cavaliere bianco (La Nave di Teseo) e Salvatore Lauro analizzeranno gli anni della grande crisi che ha colpito al cuore l’Italia e l’Europa.

LASCIA UN COMMENTO