Atelier della salute, due giorni di esperienze, percorsi, soluzioni per vivere… meglio al Policlinico.

0
272

L’appuntamento con la seconda edizione di “Atelier della salute: esperienze, percorsi, soluzioni per vivere… meglio!”, manifestazione organizzata dalla Scuola di Medicina e Chirurgia e dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, è venerdì 21, dalle  10.00 alle 19.00, e sabato 22 settembre, dalle ore 9.00 alle 17.00, nel cuore del Policlinico federiciano. Le numerose attività in programma sono gratuite e aperte a tutti. Per alcune di esse è richiesta l’iscrizione da effettuare sul sito www.atelierdellasalute.it, da cui è possibile consultare il programma completo dell’iniziativa.

Saperne di più sulla dieta mediterranea, riscoprire i sapori dei grani antichi, sperimentare lo yoga e il taekwondo, confrontarsi con i professionisti della salute del Policlinico Federico II sull’uso della cannabis a scopo terapeutico e su come prevenire lo stress, effettuare una visita senologica ed un ecocolordoppler per la prevenzione dell’ictus ischemico: tutto questo sarà possibile nella seconda edizione di Atelier della Salute che, dopo il successo dello scorso anno, torna con un programma ancora più ricco.

40 workshop interattivi, per coinvolgere i partecipanti in un confronto aperto con gli esperti; 50 stand esperienziali, collocati nel piazzale antistante l’Aula Magna “Gaetano Salvatore”, che consentiranno ai cittadini di sperimentare, con i gruppi scientifici multidisciplinari di Scuola e Azienda, proposte salutari da poter replicare nel quotidiano; 7 show cooking, allestiti nei locali della mensa aziendale e frutto della collaborazione tra gli esperti di nutrizione della Federico II e noti chef del territorio campano per favorire una maggiore consapevolezza nella scelta degli alimenti e nelle modalità di cottura; 15 diverse attività nell’area benessere, replicate in più sessioni, sul prato centrale, per sperimentare attività sportive e tecniche di rilassamento; più di 1000 visite mediche gratuite, suddivise in 30 diverse tipologie di prestazioni specialistiche, erogate dai professionisti dell’Azienda, in collaborazione con Campus Salute Onlus e Fondazione PRO Onlus. Sarà, inoltre, allestita una mostra fotografica a cura del CUG (Comitato Unico di Garanzia) dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II che racconterà tutte le attività che, dallo scorso settembre sino all’appuntamento con l’attuale edizione della manifestazione, sono state svolte sotto l’egida di Atelier della Salute.

Alimentazione, attività fisica e movimento, benessere psicologico, pratiche di prevenzione, i temi che, anche quest’anno, sono al centro della manifestazione e a cui si aggiunge l’area dedicata al vivere bene…oltre la patologia, che intende comunicare le opportunità che migliorano la qualità della vita quotidiana dei pazienti che convivono con una malattia cronico-degenerativa, e l’area dedicata al rapporto tra salute dell’uomo e salute dell’ambiente. Un ulteriore spazio, inoltre, è riservato all’health-innovation, approcci innovativi all’organizzazione sanitaria, e all’health-literacy, per favorire la comunicazione con i cittadini.

 

L’obiettivo della manifestazione è contribuire a ridurre gli ostacoli all’adozione di sani stili di vita attraverso un approccio cooperativo”, sottolinea Vincenzo Viggiani, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II.

Atelier della salute è condivisione e sperimentazione – aggiunge Luigi Califano, Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia federiciana –  per comunicare la salute in modo partecipativo e globale. Realizzare un programma così ricco in quantità e qualità è merito di un lavoro sinergico tra Scuola e Azienda“.

Una complessa macchina scientifica ed organizzativa coordinata, anche quest’anno, da Cesare Formisano, Professore associato di Chirurgia Generale della Scuola di Medicina e Chirurgia e Alessandra Dionisio, responsabile della comunicazione dell’Azienda.

Ad arricchire la manifestazione, la presenza di esperti e personaggi del mondo della comunicazione della salute e dello spettacolo. La cerimonia inaugurale (Venerdì 21, 10.00-12.30) sarà dedicata alla diseguaglianze di salute, con un’interessante tavola rotonda, condotta e moderata dalla giornalista Chiara Del Gaudio, che vedrà confrontarsi i maggiori esperti nazionali sul tema. A chiudere la prima giornata della manifestazione, la performance teatrale della nota attrice partenopea Marina Confalone. Per la cerimonia conclusiva (Sabato 22, 15.30-17.00) è atteso l’intervento di Michele Mirabella, conduttore, autore e regista, testimone d’eccezione del ruolo e dell’evoluzione della comunicazione della salute in tv. A seguire, Danilo Rea, pianista di fama internazionale, regalerà a tutti gli ospiti di Atelier un concerto dal titolo “Emozioni in musica: viaggiare nel tempo a ritmo di jazz”. Un modo per fare incontrare salute e cultura anche attraverso il legame con il teatro e la musica e, quindi, con l’arte. A conferma che Atelier della Salute intende essere una manifestazione dedicata al benessere in tutti i suoi molteplici aspetti.

 

La partecipazione alla manifestazione è gratuita e aperta a tutti.

Per workshop interattivi, show-cooking, attività dell’area benessere è richiesta l’iscrizione da effettuare sul sito www.atelierdellasalute.it.

Per le visite mediche specialistichela prenotazione è da effettuare sul posto il giorno stesso in cui le visite sono disponibili. Le visite saranno effettuate fino ad esaurimento delle disponibilità di ogni ambulatorio attivo. Potranno accedere alle visite esclusivamente coloro che non stiano già seguendo uno specifico percorso diagnostico-terapeutico presso l’AOU Federico II o altra struttura assistenziale.  Le prenotazioni per ciascuna tipologia di visita medica specialistica saranno aperte a partire da un’ora prima del loro inizio presso il gazebo di accettazione.

Per gli stand esperienziali, le cerimonie, le performance artistiche e la mostra fotografica non è necessaria la prenotazione. I cittadini interessati potranno accedere liberamente all’area dedicata e confrontarsi con i professionisti della salute nell’ambito degli stand.

LASCIA UN COMMENTO