Dal life coaching all’alimentazione bionergetica: le nuove tendenze olistiche e gli stili di vita che ne derivano

0
710

Non solo in azienda e nello sport, si fa coaching per imparare ad andare d’accordo con il partner, per essere a proprio agio con i dipendenti, per imparare ad educare i figli, a viaggiare da soli…Sono tante le tendenze di oggi che abbracciano diverse branche e diversi studi tutti miranti a trovare la felicità, a migliorare se stessi, a potenziare la propria autostima e a vivere una vita nel pieno delle proprie capacità.

Il 2018 rappresenta l’esplosione di tante tendenze quali l’astrosofia, il coaching bionutrizionale l’alimentazione bionergetica e il life coaching puro, tutte finalizzate a sviluppare il proprio potenziale, per crescere nella vita e nel lavoro.

Nel lontano 1948 l’OMS (Organozzazione Mondiale della Sanità) definiva la salute così:

“Uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza dello stato di malattia o di infermità.”

Per raggiungere uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, un individuo deve quindi essere capace di identificare e realizzare le proprie aspirazioni, di soddisfare i propri bisogni, di cambiare l’ambiente circostante o di farvi fronte.

La domanda da porsi è: siamo soddisfatti della nostra vita?

La condizione umana è in continua evoluzione: mentre nel passato ci siamo concentrati sulla soddisfazione dei bisogni economici di base, misurando la crescita di un paese in termini di PIL e di altri indicatori economico/finanziari. Negli ultimi anni e in modalità esponenziale si è compreso che i misuratori di benessere non possono esser soltanto economici e son comparsi gli studi che misurano il “grado di felicità” delle nazioni.

Secondo il World Happiness Report delle Nazioni Unite, il Paese più felice del mondo è la Finlandia. L’Italia si trova a un terzo della classifica, superata da Stati Uniti e Svizzera, ma anche da Brasile e Messico, paesi economicamente più poveri.

Quando siamo ufficialmente “sani” ma infelici il medico non può aiutarci. Quando i problemi psicologici non sono sufficientemente “gravi” anche il ricorso allo psicoterapeuta pu`essere sentito come non necessario. Ma chi o che cosa può supportare chi si sente “normale” ma sta male?

Le discipline olistiche mirano a supportare le persone in modo che esprimano al meglio il loro potenziale e aiutandole a ritrovare il loro equilibrio. Sono basate sul concetto che la realtà oggettiva è la manifestazione sensorialmente rilevabile del nostro mondo interiore. Comprendendo meglio cosa succede dentro di noi, ed elaborando le nostre emozioni, siamo in grado di tornare a sentire uno stato di felicità che ci permette di agire attivamente sul mondo circostante per modificarlo.

Cambiare vita si può. Tra gli esperti del settore si distingue il network di professionisti olistici Phedros che offre una gamma di servizi olistici, individuali e di gruppo, la maggior parte dei quali è frubile online dovuqnue voi siate. Mirano a ritrovare l’armonia interiore, soprattutto se si sta affrontando un periodo difficile sul lavoro o in una relazione.

Ognuno di noi affronta delle sfide, che possono essere subite o vissute consapevolmente. Il percorso offerto dalle discipline olistiche è adatto a tutti, a chi si sente solo e desidera trovare un compagno, a chi desidera migliorare una relazione esistente, a chi desidera avere più stabilità economica, a chi si sente bloccato in una situazione, a chi si sente insicuro, a chi sta affrontando un cambiamento importante per avere il coraggio di lasciar andare e aprirsi a nuove e migliori opportunità.

Life Coaching, Bionutrizione, Mindfulness, Astrosofia, Massaggio del sé…tutte le discipline olistiche mirano, usando tecniche diverse,  a far recuperare il senso di radicamento e il lasciarsi andare al fluire dell’esistenza, a rafforzare l’autostima, ad approfondire la conoscenza di Sé e arricchire l’esistenza tramite la riscoperta delle proprie risorse nascoste.

LASCIA UN COMMENTO