Teatro Elicantropo, al via la nuova stagione con Signurì Signurì di Enzo Moscato.

0
108

Prenderà il via venerdì 10 ottobre 2014 alle ore 21.00, con il debutto dello spettacolo Signurì Signurì di Enzo Moscato, nell’adattamento e regia di Carlo Cerciello, la stagione teatrale 2014/2015 del Teatro Elicantropo di Napoli, che giunge, nonostante le non poche difficoltà che ne caratterizzano il percorso artistico, al suo diciannovesimo anno di attività.

Lo spazio-eventi partenopeo conferma la sua vocazione al teatro politico, d’impegno civile e sociale, rivolto al contemporaneo, all’analisi e alla denuncia delle tragedie dei nostri tempi, frutto del cinismo, della crudeltà e dell’arroganza di un potere senza storia e senza scrupoli che, proseguendo nel lucido e metodico azzeramento dei più elementari diritti dell’uomo, mina alla base i valori della convivenza civile e della solidarietà.

Le attività proseguono con maggiore determinazione e con rinnovato impegno, indirizzate, come sempre, alla drammaturgia contemporanea, alla valorizzazione di giovani talenti artistici e al recupero di un rapporto diverso, più diretto e immediato con il pubblico, puntando sull’intelligenza e sulla sensibilità di chi non ha ancora rinunciato alla riflessione e al sentimento.

“Ringrazio tutti i compagni di strada – rileva Carlo Cerciello – che, rinnovando la loro stima per il nostro piccolo spazio, daranno vita alla stagione teatrale 2014/2015, la diciannovesima del Teatro Elicantropo di Napoli, dedicata al drammaturgo Enzo Moscato. Saranno le prime due opere scritte da Moscato, Signurì Signurì e Scannasurice, che metterò in scena durante la stagione teatrale, per un emozionante e intenso omaggio alla scrittura dell’autore e poeta partenopeo”.

La programmazione, caratterizzata, come sempre, da alcune fra le più espressive realtà italiane, che porteranno in scena testi di grandi autori (Moscato, Testori, Shakespeare, Dostoevskij, Strindberg), e giovani autori (Ortolani, Pilati, Palazzolo, Moretti), ospiterà la IX edizione del Festival del Teatro Politico “Sensibili al Potere 2014/2015”.

Anche quest’anno il Teatro Elicantropo aderisce a Politeatro – Rete dei Piccoli Teatri Metropolitani, con Teatro Area Nord, Théâtre De Poche, Teatro Piccolo Bellini, Start/Interno5.

Lo spettacolo inaugurale della stagione, programmato per venerdì 10 ottobre alle ore 21.00 (repliche fino al 30 novembre), sarà la nuova creazione di Carlo Cerciello, che firma l’adattamento e la regia di Signurì Signurì di Enzo Moscato, liberamente tratto da La Pelle di Curzio Malaparte, presentato da Teatro Elicantropo Anonima Romanzi e Prospet. Dal 4 al 7 dicembre Libera Scena Ensemble presenta Sigmund & Carlo, un vorticoso e divertente turbillon di mimetizzazioni grottesche, nel progetto, adattamento e regia di Niko Mucci.

A seguire, dall’11 al 14 dicembre, sarà in scena una produzione Collettivo LunAzione, che presenterà Troilo e Cressida, storia tragicomica di eroi e di buffoni da Troilo e Cressida di William Shakespeare, nella riscrittura di Alessandro Paschitto, per la regia di Mario Autore e Eduardo Di Pietro.

Dal 18 al 21 dicembre la scena sarà per La monaca di Monza di Giovanni Testori, con Yvonne Capece e Walter Cerrotta, che firmano anche il progetto e la regia dell’allestimento.

Per soli due giorni, il 27 e 28 dicembre, spazio alla musica con i Rua Port’Alba, che porteranno in “scena” Storia di uno.

A inaugurare il nuovo anno, dal 15 gennaio al 22 febbraio, Teatro Elicantropo Anonima Romanzi e Prospet presentano Imma Villa in Scannasurice di Enzo Moscato, per la regia di Carlo Cerciello.

Dal 5 all’8 marzo, toccherà alle compagini Formiche di vetro Teatro e Erre teatro Salerno, che proporranno il pluripremiato www.testamento.eacapo, scritto, diretto ed interpretato da Luca Trezza, e a seguire, dal 12 al 15 marzo, Phoebe Zeitgeist Milano presenterà Preghiera. Un atto osceno di Margherita Ortolani, per la regia di Giuseppe Isgro’.

Sempre a marzo, dal 19 al 22, la compagnia Rovine Circolari porterà in scena Viola di mare di e con Isabella Carloni, dal romanzo Minchia di re di Giacomo Pilati, e, dal 26 al 29 marzo, Compagnia del Metateatro proporrà La vela nera Di Teseo di Valeria Moretti, diretto e interpretato da Gianni De Feo.

La programmazione proseguirà, dal 2 al 5 aprile, con Movimenti di Scena che presenterà lo spettacolo Delitto e Castigo, di Fedor Dostoevskij, per la regia di Peppe Celentano, e, dal 9 al 12, Salvatore Nocera sarà Letizia Forever, scritto e diretto da Rosario Palazzolo, presentato da Teatrino Controverso di Palermo.

Ancora tre spettacoli nel mese di aprile con Ortensia T, che presenterà Unalampa, scritto, diretto e interpretato da Roberto Azzurro, dal 16 al 19, e Teatro Studio Keiros di Roma con La più forte di August Strindberg, interpretato da Giusi Saija e diretto da Giuseppe Rocca, in scena dal 23 al 26.

Dal 30 aprile al 3 maggio, l’evento conclusivo della stagione sarà l’edizione 2015 della rassegna Oltre la linea, percorsi di danza contemporanea e teatrodanza, presentata da Itinerarte e la direzione artistica di Rosario Liguoro.

Come ogni anno sussistono le attività del Laboratorio Teatrale Permanente del Teatro Elicantropo di Napoli, che si articola su tre anni di base, proseguendo con un periodo di ulteriore approfondimento, attraverso esperienze seminariali e incontri con artisti, maestri ed esperti teatrali di valore nazionale nella Sala Saramago.

 

 

Teatro Elicantropo di Napoli, stagione teatrale 2014/2015

Inizio delle rappresentazioni ore 21.00 (dal giovedì al sabato), ore 18.00 (domenica)

Info e prenotazioni al 3491925942 (mattina), 081296640 (pomeriggio)

email promozionelicantropo@libero.it internet www.teatroelicantropo.com

 

LASCIA UN COMMENTO