Una casa intelligente: la tecnologia che migliora la tua vita

0
130

Oggi le cosiddette “case intelligenti” sono sempre più spesso in prima pagina. Si parla di loro per più di un motivo: sono moderne e all’avanguardia perché sfruttano gli ultimi ritrovati della tecnologia, ma sono anche eco-sostenibili perché evitano la dispersione e lo spreco di energia. Una casa intelligente, anche detta Smart Home, è una casa che risponde ai nostri comandi e che è perennemente connessa a Internet. È il principio della domotica: una vera e propria scienza che studia come sfruttare al massimo l’hi-tech applicando alle mura domestiche, per portare dei vantaggi all’essere umano.

Grazie all’unione degli ultimi ritrovati tecnologici e della rete internet, ogni elemento della nostra casa entra in connessione, permettendo di creare un ambiente confortevole e allo stesso tempo attento a massimizzare l’efficenza e i consumi.

 

 

Domotica: di cosa si tratta e quali sono le sue applicazioni.

 

La domotica è, a conti fatti, lo studio e l’applicazione delle scienze moderne in casa nostra: il termine non a caso proviene da “domus” (casa) e “ticos” (scienze applicative). Il suo fine ultimo è trasformare il focolare domestico in un luogo sempre più confortevole per l’essere umano, e sostenibile per l’ambiente: il tutto avviene attraverso l’utilizzo di dispositivi tecnologici, iper-connessi fra loro e alla rete Internet. Proprio questo è un elemento da non sottovalutare, si può  predisporre la propria abitazione all’integrazione con i sistemi domotici, ma senza un collegamento alla rete veloce e senza limiti è impossibile mettere la propria casa online. Tuttavia grazie ad operatori come Linkem è molto semplice avere una connessione con internet illimitato a casa, così in pochi giorni potremo attivare tutti gli strumenti che abbiamo scelto per la nostra smart house. Qualche esempio di cosa possiamo fare con l’unione della domotica e di internet? La centralina e l’automatizzazione degli impianti consentono di regolare l’illuminazione e il riscaldamento, mentre i sistemi di videosorveglianza e monitoraggio dell’ambiente domestico, la gestione  dell’irrigazione e dei serramenti, possono essere tranquillamente regolati da remoto sia dentro che fuori casa.

 

 

Legge di Bilancio: arriva l’ecobonus 2018 per la domotica

 

Non si tratta di una novità, ma di una importantissima conferma: anche quest’anno, infatti, gli italiani potranno sfruttare le agevolazioni fiscali promosse dall’ecobonus applicato alla domotica. Le famiglie che sceglieranno di votarsi all’efficienza energetica, potranno infatti godere di una detrazione IRPEF al 65%. La suddetta verrà contemplata per le spese relative all’acquisto di dispositivi eco-sostenibili e di impianti tecnologici e smart. Ogni componente installabile in casa, dotata di queste caratteristiche, rientra dunque nella lista delle voci potenzialmente detraibili. Fra questi device troviamo ad esempio il sistema per il controllo in remoto del riscaldamento, insieme ad altre tipologie di dispositivi multimediali. Si fa riferimento a questi accessori smart con l’etichetta di “building automation”. Sarà così possibile sfruttare questa detrazione fiscale facendo riferimento all’F24 in fase di dichiarazione dei redditi. In base a quanto visto, oggi la tecnologia ci aiuta ad adottare uno stile di vita sostenibile e ad ottimizzare le risorse, evitando sprechi di risorse naturali.

LASCIA UN COMMENTO