Scampia Storytelling, le storie dei bambini di tutto il mondo si incontrano il 28 e 29 novembre.

0
45

Locandina_ScampiaStorytellingL’Associazione Italiana Scrittori per Ragazzi (ICWA – Italian Children’s Writers Association) organizza a Scampia, il 28 e 29 novembre, una serie di laboratori di lettura nelle scuole pubbliche e nei centri di aggregazione giovanile, accompagnati da workshop di fotografia e fumetto.

L’intento è quello di creare una grande festa intorno al mondo dei libri per portare la lettura là dove fatica ad arrivare, per problemi sociali ed economici. L’impegno dell’associazione è finalizzato ad avviare un progetto stabile e continuativo che stabilisca tra i ragazzi e gli scrittori un contatto costante.

Questo momento di allegria rappresenta dunque un incipt,ovvero l’inizio di una storia nuova, che scrittori e ragazzi scriveranno insieme nei prossimi anni.

Il progetto si inserisce tra le manifestazioni della Settimana per il Decennio ONU dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2005-2015 (DESS), promossa dall’UNESCO.

Grazie al contatto con fondazioni internazionali, l’ICWA ha raccolto storie scritte da ragazzi di diverse nazioni, unendole a quelle dei bambini di Scampia.

Spaccati di vita quotidiana, per far conoscere non solo i problemi ma anche le belle realtà e le persone che le vivono. I racconti sono pubblicati nel blog www.scampiastories.wordpress.com, tradotti in spagnolo, portoghese, inglese, tedesco.

Con il patrocinio di Comune di Napoli e Regione Campania, per la prima volta gli scrittori s’impegnano a costruire una rete di storie tra i bambini di tutto il mondo.

«Abbiamo scelto di partire da Scampia perché noi scrittori siamo portatori sani di fantasia e non possiamo fare a meno di immaginare orizzonti nuovi, perfino dove nessuno riesce a intravvederli» afferma l’organizzatrice Rosa Tiziana Bruno.

All’interno del progetto non solo prosa, ma anche poesia, fotografia e fumetto. Lo scrittore Roberto Piumini ha composto dei versi ispirandosi alle foto scattate nelle Vele dai bambini. Per i più grandi, il fotoreporter Carlo Hermann propone  percorsi di narrazione fotografica, in collaborazione con il Centro Hurtado. La scuola di fumetto ComixArs terrà un workshop sui super eroi e il disegnatore Giuseppe Guida darà vita ad una graphic novel ispirata dal giovane poeta di Scampia Emanuele Cerullo. I ricercatori Telethon racconteranno la storia di Ciccio, il bambino napoletano morto di una malattia rara, che ha contribuito agli sviluppi della ricerca scientifica.

L’obiettivo è incontrarsi leggendo e narrando storie. Grazie alla narrazione, Scampia può diventare un simbolo di rinascita per tutti.

Il 28 e il 29 novembre, gli scrittori ICWA si recheranno a Scampia, in forma volontaria e gratuita, per condurre laboratori di lettura nelle scuole e nei centri di aggregazione giovanile. Saranno due giorni festosi, in compagnia di libri e storie.

Anche il Ministero della Difesa parteciperà al progetto esponendo delle foto sul tema NO WAR, presso l’Auditorium di Scampia, e con le note della Fanfara dei Bersaglieri.

In occasione del festival Scampia Storytelling, il quartiere sarà in gemellaggio con altre nazioni (Brasile, Colombia, Perù, Ecuador).

Lo scopo è dare il via ad un intreccio di narrazioni che avvicini e unisca i ragazzi da ogni angolo di mondo, per un dialogo di speranza e di cambiamento che coinvolga anche gli adulti.

LASCIA UN COMMENTO