Festival Campus, Patrizio Oliva si racconta.

0
117

“I giovani devono sognare, hanno il dovere e il diritto di sognare, perchè chi crede nei propri sogni può realizzarsi anche se proviene da realtà svantaggiate”. Così parla Patrizio Oliva ai microfoni di  “Festival Campus”, il format già disponibile all’indirizzo

https://www.napoliteatrofestival.it/festival-campus-2018/

nella sezione dedicata del Napoli Teatro Festival Italia, e andato in onda lunedì 25 giugno dalle ore 16 alle 17 su Run Radio (www.runradio.it).

Il pugile è salito sul palco del teatro Sannazaro martedì 26 giugno per la messa in scena dello spettacolo “Patrizio Vs. Oliva”, tratto dalla sua biografia “Sparviero” del 2014, scritta dal nipote Fabio Rocco Oliva.

Tra gli altri ospiti del programma, condotto da Rosanna Astengo e Marcello Polverino, l’eclettico Tonino Taiuti, in scena alla sala Assoli il 28 e 29 giugno con “La vita dipinta”, un monologo che intreccia l’arte della pittura a quella del teatro, il professor Paolo Isotta, protagonista di quattro “Lectiones Magistrales” sulla musica classica presso la Cappella Pignatelli dal 25 al 28 giugno alle ore 19.00. Le sue lezioni rendono omaggio alla scuola napoletana e al genio di Rossini nel centocinquantenario dalla sua morte.

Ultimo ospite della puntata è Davide Scognamiglio, curatore insieme con Daniele Ciprì dell’installazione “Food Distribution”, un lavoro sulla città di Napoli attraverso la luce, che si può visitare in vico dei Maiorani fino al 10 luglio dalle 21.30 alle 5.00 del mattino.

LASCIA UN COMMENTO