Il Napoli stecca a Londra, 2-0 Arsenal, servirà un’impresa al ritorno.

0
203
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Trasferta negativa per il Napoli a Londra nell’andata dei quarti di finale di Europa League, vinta 2-0 dall’Arsenal di Unai Emery.

I Gunners cominciano a ritmo elevato e mettono in difficoltà gli azzurri, sotto 2-0 al già al 25′ pt per la rete di Ramsey al 15′ e l’autogol sfortunato di Koulibaly, peraltro anche stasera uno dei migliori uomini di Ancelotti, su tiro dell’ex Samp Torreira.

Nel finale del tempo Insigne spreca l’unica occasione avuta dal Napoli, che poteva cambiare tutto.

Ripresa più efficace per la squadra italiana, con Zielinski che alza sopra la traversa un ottimo assist di Insigne, ma l’Arsenal porta vari pericoli a Meret, bravo in più occasioni a evitare il 3-0.

“Ripartiamo dal secondo tempo, purtroppo abbiamo fatto molti errori, ma sappiamo anche che l’Arsenal non è impenetrabile”. Carlo Ancelotti ammette gli errori del suo Napoli nel match di andata contro l’Arsenal, ma vede anche spiragli per tentare la rimonta al San Paolo.

“Sapevamo che sarebbe stato difficile, ora è più difficile ma non impossibile”, prosegue il tecnico azzurro. “Avevamo preparato – spiega Ancelotti – di iniziare con una personalità maggiore, un coraggio, perché sapevamo che avrebbero spinto all’inizio e invece siamo sembrati impreparati, preoccupati e impauriti. Poi abbiamo ripreso a giocare un po’ meglio, facendo un po’ meno errori e abbiamo avuto occasioni per segnare. Ora abbiamo una partita da giocare con intensità e lucidità, senza frenesia”. (ANSA)

 

LASCIA UN COMMENTO