Pallanuoto: Presentata la Carpisa Yamamay Acquachiara maschile 2018-19, primo impegno in casa contro Crotone.

0
472
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Al via la stagione agonistica 2018-19 della Carpisa Yamamay Acquachiara maschile, che è stata presentata alla stampa giovedì 21 novembre 2018, nei saloni del Caffè Gambrinus di Napoli.

Nella piscina di S.Maria Capua Vetere – anche quest’anno sede degli incontri casalinghi della squadra presieduta da Franco Porzio – i biancazzurri affronteranno sabato 24 novembre alle ore 17 la neopromossa Rari Nantes Crotone nella prima giornata del campionato di A2.

Dopo la retrocessione dalla massima serie l’Acquachiara ha voltato pagina affidando la squadra a Mauro Occhiello, che nel club biancazzurro svolgerà anche il ruolo di direttore tecnico dell’intero settore pallanuoto. Nel suo compito sarà coadiuvato da un gruppo di tecnici che da anni lavorano nel club biancazzurro: Barbara Damiani, allenatore del settore femminile, Alberto PetrucciNicola BorrelliStefania Vaino e Antonio Anatrella. L’altra novità del settore tecnico è Manuel Occhiello, figlio di Mauro, che si occuperà dell’Under 13 B e dell’Under 11. Manuel Occhiello, assieme al fratello Ivanoe, è uno degli otto volti nuovi della squadra assieme ai portieri Rossa e Alvino,, al romano Iula, proveniente dal Civitavecchia, e all’ex posillipino Briganti. Sei i confermati: CentanniCiardiDaniele De Gregorio, i fratelli Julien e Manuel Lanfranco e Tozzi (nuovo capitano della squadra) metteranno al servizio della squadra l’importante esperienza fatta l’anno scorso nel campionato di A1.

Due gli atleti salernitani in squadra: Luca Pasca e Luca Baldi. Classe 1991 cresciuto nelle giovanili della Rari Nantes Salerno , Luca Pasca è stato il primo colpo dell’Acquachiara nella sessione estiva di mercato ed è stato scelto per la sua notevole esperienza nel campionato di A2, dove ha militato con la Rari Nantes Arechi disputando anche diverse finali play-off per la promozioni in A1. L’altro salernitano in squadra, arrivato anche lui nell’ultima sessione di mercato, è il classe 1999 Luca Baldi, lo scorso anno Campione d’Italia Under 20 con la Canottieri Napoli. Tra le fila dell’Acquachiara, il giovanissimo talento salernitano avrà l’occasione di maturare e “farsi le ossa” disputando le prime partite del campionato di A2, per poi andare in prestito alternativo all’Oasi Salerno di Luca Malinconico, dove disputerà il campionato di serie B.

Il regolamento del campionato di A2 prevede 22 giornate di regular season, alle quali faranno seguito playoff e playout, ai quali prenderanno parte rispettivamente al termine della fase regolare le prime quattro classificate, la decima e l’undicesima. La dodicesima retrocederà direttamente in serie B.

“Abbiamo vissuto – ha detto Franco Porzio durante la conferenza stampa – momenti straordinari e indimenticabili nella massima serie, scrivendo assieme al Posillipo anche la più bella pagina della storia della pallanuoto napoletana degli ultimi anni: l’indimenticabile finale tutta partenopea di Euro Cup. Adesso, in concomitanza con la grave crisi che sta attraversando il nostro sport, abbiamo voltato pagina: faremo l’A2, ma ciò non vuol dire che abbandoneremo il nostro obiettivo primario: quello di crescere i nostri giovani facendo sì che essi un giorno possano arrivare nella massima serie, con o senza l’Acquachiara. Pertanto, abbiamo scelto quale timoniere di questa squadra Mauro Occhiello, che oltre ad aver raggiunto importanti traguardi con il Posillipo a livello assoluto – e tra questi la vittoria di quella fantastica Euro Cup – negli ultimi anni è stato tra i tecnici più vincenti a livello giovanile”.

“Ci attende – precisato Mauro Occhiello – un campionato di A2 durissimo. Il girone centro-sud al quale prenderemo parte è il più difficile degli ultimi dieci anni. Ci sono, infatti, almeno cinque squadre in grado di poter raggiungere la massima serie. Sarà il campo, ovviamente, a dire dove potrà arrivare l’Acquachiara, ma una cosa la posso dire sin da adesso: contro qualsiasi avversaria i miei ragazzi scenderanno in acqua dando tutto quello che hanno dentro dal primo all’ultimo minuto, forti anche di una preparazione atletica invidiabile. L’inesperienza di questa squadra, che è la più giovane del girone centro-sud, porterà i miei giocatori a commettere errori e ingenuità – è inevitabile -, ma anche queste cose saranno utilissime per crescere”.

Alla conferenza stampa ha preso parte anche il presidente del comitato campano della Fin Paolo Trapanese, che si è esibito al pianoforte del “Gambrinus” in un’applaudita versione di “Tu si ‘na cosa grande”.

 

LASCIA UN COMMENTO