Torneo internazionale di scacchi domenica 23 a Pozzuoli.

0
344

Domenica 23 settembre 2018 a Pozzuoli ci sarà il Primo Torneo Internazionale di Scacchi “Puteoli”. L’evento, organizzato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Pozzuoli, sarà valido come campionato regionale Rapid 2018 e sarà ospitato nella suggestiva cornice di Palazzo Toledo a partire dalle ore 9:30.

La realizzazione tecnica della manifestazione è stata affidata alla Associazione Dilettantistica Scacchistica Partenopea, pluripremiata come migliore società del Sud Italia, grazie all’organizzazione di Angelo Salvatore Spano e del maestro Roberto Cerrato.

Saranno presenti al Campionato settanta giocatori provenienti da sei diverse nazioni. Fra i campioni che si contenderanno il montepremi si possono certamente annoverare: il Grande Maestro sovietico Igor Naumkin, giocatore tra più affermati e vincenti in quella che è la patria riconosciuta degli scacchi moderni; il Grande Maestro serbo Miroljuob Lazic, protagonista di svariati campionati europei; il Maestro Internazionale Duilio Collutiis, campione mondiale in carica per la categoria ipoudenti, campano di nascita ma residente da anni in Toscana; la Maestra FIDE napoletana Maria Grazia De Rosa, pluri-campionessa italiana e rappresentante della selezione olimpica nazionale; il Maestro FIDE Luca Esposito, puteolano, il cui talento scacchistico è stato parzialmente sacrificato agli impegni di docente universitario.

Come simbolico passaggio di testimone generazionale, saranno della partita anche il più giovane e il più anziano maestro campano, rispettivamente Claudio Paduano, di nove anni, e Dario Cecaro, 90 anni. Sono stati inoltre invitati circa venti giovani Under 16, selezionati tra i migliori della regione.
La migliore partita sarà di volta in volta trasmessa in streaming sul sito dedicato www.livechess.com e sarà pertanto visibile attraverso pc, tablet o smartphone in diretta.
“Gli scacchi moderni, lungi dall’essere un’attività per sonnacchiosi pensionati, sono invece un gioco molto dinamico ed agonistico che attira migliaia di appassionati in tutto il mondo ed in particolare moltissimi giovani – spiega l’assessore Maria Teresa Moccia di Fraia –. La loro valenza ed efficacia nei processi mentali e decisionali è stata dimostrata in molti recenti studi, dalla pedagogia alle neuroscienze”.
Storicamente Napoli e la zona flegrea sono sempre state attive in ambito scacchistico. Il primo campione italiano ufficiale fu nel 1921 il napoletano Davide Marotti, mentre la città di Pozzuoli è stata nel 1996 campione di Italia a squadre, strappando lo scudetto tricolore a compagini metropolitane come Roma e Milano.

LASCIA UN COMMENTO