Universiadi, la Torcia fa tappa a Matera. Lino Cannavacciuolo compone la musica degli spot. Petrucci (Federbasket): grande vetrina per Napoli. Pallanuoto, le convocazioni.

0
156
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Ultima tappa fuori regione per la Torcia dell’Universiade Napoli 2019. Si è tenuta a Matera, Capitale Europea della Cultura, la sesta tappa del percorso della Fiaccola della 30^ Summer Universiade che ha preso il via dall’Università degli Studi della Basilicata. Presente alla cerimonia nell’Ateneo lucano il Direttore Area Istituzionale dell’Agenzia Regionale Universiadi, Annapaola Voto: “La Campania e la Basilicata sono scenario nel 2019 di due grandi eventi e sono esempio di eccellenza per il Sud e l’Italia tutta”.  Anche il Rettore dell’Ateneo della Basilicata, Aurelia Sole, ha portato il suo saluto: “Lo sport è cultura e inclusione, e anche l’università è luogo di pace, condivisione, lavoro. È un onore per il nostro territorio accogliere la Torcia dell’Universiade”.

Il primo dei cinque tedofori che si sono alternati lungo il suggestivo percorso tra i Sassi di Matera è stato Pierluigi Ussorio, olimpionico e campione del mondo nel tiro a segno: “È un onore rappresentare Napoli e la Campania come tedoforo, rappresentare la propria nazione è uno dei momenti più importanti della mia vita. È un riconoscimento per i tanti campioni napoletani, tutti impegnati a fare il massimo per la riuscita della manifestazione”. Ai nastri di partenza anche Mariano Barbi, campione italiano di canottaggio: “Portare la Torcia nella Capitale della Cultura mi riempie di gioia. Correre con Giovanni, studente non vedente, mi rende felice più di quando ho vinto gare”. Ad affiancare Barbi c’era Giovanni Colonnese, studente dell’Istituto Colosimo di Napoli, a breve rappresentante dell’Italia agli Europei di tennis per non vedenti in Finlandia: “Emozione fantastica, occasione unica per la mia Campania, è un onore far parte dei tedofori qui a Matera.  Lo sport è simbolo di coesione e per me in particolare rappresenta una sfida da vincere, tutti i giorni”.

La musica di Lino Cannavacciuolo farà da colonna sonora agli spot della 30^ Summer Universiade che si terrà a Napoli e in Campania dal 3 al 14 luglio. Abballabbà, il nome del brano, “È una pizzica rivisitata, che trasmette un’energia forte, che richiama il battito – dice il maestro Cannavacciuolo – qualcosa che unisce, a prescindere dal tipo o dall’importanza dello sport”.

 

“Il primo approccio con la musica è stato con un tamburo, suonato in una banda dove accompagnavo mio padre che per hobby faceva il trombettista. Da lì ho capito che il mio era un reale interesse e alla fine ho scelto di studiare il violino”. Lino Cannavacciuolo sintetizza così i suoi primi passi nel mondo della musica che lo hanno portato a diplomarsi al Conservatorio di San Pietro a Majella, a Napoli, lavorando negli anni con alcuni tra i più grandi interpreti del teatro e della musica partenopea: Peppe Barra, Roberto De Simone, Pino Daniele.

 

Cannavacciuolo che non si professa grande sportivo intravede delle similitudini tra la pratica di uno sport e lo studio di uno strumento. “La disciplina o il sacrificio. Penso che lo sport sia in qualche modo una forma d’arte, una salvezza per un giovane, perché se lo pratichi significa che hai già almeno un riferimento sano. E questo ti aiuta a vivere meglio il tuo percorso di vita”.

Un fantastico mix di competenze e professionalità. L’Italbasket che parteciperà alla 30^ edizione della Summer Universiade Napoli 2019 è un progetto costruito grazie al prezioso supporto dell’Università Luiss Guido Carli, l’Aeronautica Militare e la Federazione Italiana Pallacanestro.

Il team azzurro, che ha ufficialmente tolto i veli nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso l’Università Luiss Guido Carli, sarà guidato in panchina da Andrea Paccariè scelto dal CT Meo Sacchetti e dal direttore Tecnico Federale Andrea Capobianco.

Particolarmente orgoglioso del progetto minuziosamente costruito è il Presidente del Presidente FIP, Giovanni Petrucci: “Il valore dell’Universiade di Napoli è enorme. I numeri degli atleti e delle Nazioni partecipanti – dice Petrucci – ma anche il coinvolgimento di tutto il territorio campano, la possente macchina organizzativa, l’eccezionale quantità di volontari impegnati, sono tutti aspetti che sottolineano l’importanza di quella che è la più grande manifestazione sportiva organizzata in Italia dopo l’Olimpiade invernale di Torino 2006. Il basket non poteva mancare. La stretta sinergia fra FIP, Luiss e Aeronautica Militare ha dato corpo ad una Nazionale che si farà sicuramente onore nel torneo”. Sulla stessa lunghezza d’onda il Commissario Tecnico della Nazionale Senior, Meo Sacchetti. “Per i giocatori della Nazionale Universitaria il torneo di Napoli sarà un’occasione di crescita fondamentale. Non solo sotto il punto di vista tecnico, dato che affronteranno ottime selezioni già dal Girone eliminatorio, ma anche perché indosseranno la maglia Azzurra in una manifestazione straordinaria. Dovranno caricarsi di responsabilità, consapevoli di rappresentare la Nazione in un contesto internazionale. Il bagaglio d’esperienza, tanto umano quanto sportivo, che avranno acquisito al termine dell’Universiade, contribuirà fortemente alla loro crescita individuale”.

Alla conferenza stampa ha partecipato anche Luigi Abete, il Presidente dell’Associazione Sportiva Luiss Guido Carli che ha sottolineato come: “La partecipazione dei nostri studenti-atleti con la maglia della Nazionale Italiana all’Universiade di Napoli è il coronamento di un progetto cominciato venti anni fa quando abbiamo fondato l’Associazione Sportiva Luiss. Il nostro – conclude – è un Ateneo sempre più attento ad instillare negli studenti i valori dello sport, ovvero sacrificio, rispetto e collaborazione, insieme a quelli dell’impegno e della dedizione nello studio”.

A poco più di due settimane dall’inizio delle gare della 30^ Summer Universiade Napoli 2019 sono state ufficializzate le liste della Nazionali Azzurre negli sport a squadre. Per la pallanuoto maschile, disciplina nella quale l’Italia partirà con i favori del pronostico, il tecnico Angelini ha selezionato un roster di assoluto valore, composto da: Edoardo Di Somma, Gianmarco Nicosia, Jacopo Alesiani, Massimo Di Martire, Eduardo Campopiano, Lorenzo Bruni, Giacomo Cannella, Pierre Emmanuel Pellegrini, Mario Guidi, Ettore Novara, Umberto, Esposito, Mario Del Basso, Federico Neri Panerai. Ambizioni di medaglia anche nel settore femminile. Queste le azzurre convocate: Maddalena Fisco, Luna Di Claudio, Sara Centanni, Agnese Cocchiere, Giulia Cuzzupè, Martina Gottardo, Carolina Ioannoli, Serena Storai, Giulia Millo, Chiara Ranalli, Anna Repetto, Fabiana Sparano, Carlotta Malara.

Grande attesa per l’Italvolley. Nella pallavolo maschile la selezione Azzurra scelta da coach Gianluca Graziosi è composta da: Fabio Ricci, Andrea Argenta, Sebastiano Milan, Giacomo Raffaelli, Alberto Polo, Yuri Romano, Riccardo Sbertoli, Paolo Zonca, Marco Pierotti, Nicola Salsi, Alessandro Piccinelli, Gianluca Galassi. Tra le donne, attese protagoniste e tra le candidate al podio, le scelte del tecnico Marco Paglialunga sono ricadute su: Francesca Bosio, Agnese Cecconello, Beatrice Berti, Carlotta Cambi, Giulia Angelina, Chiara De Bortoli, Anna Nicoletti, Elena Perinelli, Alexandra Botezat, Sylvia Chinelo Nwakalor, Francesca Villani, Francesca Napodano.

A Napoli 2019 anche le Nazionali di calcio. Nel settore maschile il CT Arrigoni ha selezionato: Danilo Ruzzittu, Davide Vitturini, Matteo Cericola, Giovanni Stefano Sbirssa, Gianluca Mercantognini, Loris Zonta, Giuseppe Ungaro, Cesare Pogliano, Tommaso Cucchietti, Federico Giraudo, Roberto Grieco, Riccardo Serena, Filippo Florio, Riccardo Collodel, Alessandro Galeandro, Riccardo Gatti, Mario Mercadante, Giorgio Galli, Alberto Tentardini, Filippo Strada. Per le Azzurre, attese ad una conferma della crescita dei risultati ottenuti nell’ultimo periodo, il CT Leandri ha selezionato: Giulia Bursi, Agnese Bonfantini, Rachele Baldi, Giorgia Spinelli, Elena Pisani, Marta Teresa Pandini, Sara Mella, Marta Mascarello, Gloria Marinelli, Camilla Labate, Eleonora Goldoni, Martina Brustia, Michela Cambiaghi, Sofia Cantore, Alessia Capelletti, Arianna Caruso, Raffaella Emma Errico, Claudia Ferrato, Martina Fusini, Benedetta Glionna.

Ufficializzato anche il roster dell’Italbasket affidato alle cure del tecnico Paccariè. Ne fanno parte: Victor Demetrio, Antongiulio Bonaccorso, Valerio Cucci, Federico Mussini, Alessandro Grande, Andrea Longobardi, Leonardo Marcon, Bruno Mascolo, Andrea Gennaro Picarelli, Mattia De Campo, Gianpaolo Riccio, Eugenio Beretta.

Grande interesse anche per gli azzurri del rugby a 7. Questa la lista dei giocatori selezionati dal responsabile tecnico Andy Vilk: Juan Alejandro Wagenpfeil, Daniele Di Giulio, Simone Cornelli, Lorenzo Maria Bruno, Dario Schiabel, Andrea Martani, Duccio Cosi, Riccardo Raffaele, Luca Zini, Jona Motta, Tommaso Jannelli, Roberto Dal Zilio.

LASCIA UN COMMENTO